//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

Gli on the road sono a mio parere i viaggi più belli che si possano organizzare. L’unica incognita? Il noleggio auto!
Spesso è proprio l’idea di noleggiare un’auto all’estero la ragione che spaventa e frena dal buttarsi nell’organizzazione fai da te… Ma niente paura, bastano poche accortezze e prenotare sarà semplicissimo!

Partiamo dalle basi…

3 INDISPENSABILI PER UN NOLEGGIO AUTO

  • Almeno 21 anni

    Solitamente è sufficiente aver compiuto i 21 anni per poter prendere a noleggio un’auto ma in alcuni casi potrebbe essere richiesto di averne compiuti 25 per non pagare una sovrattassa relativa ai conducenti inesperti. Meglio controllare sui siti di noleggio se siete in questa fascia d’età.

  • Patente valida

    La patente deve essere in corso di validità e sarebbe meglio evitare di partire con il documento in scadenza. Meglio rifarlo prima del limite massimo per non incappare in problematiche.
    In molti Stati fuori Europa è richiesta la Patente Internazionale, che segue regole diverse a seconda del Paese che andrete a visitare. Bisogna organizzarsi per tempo perché la richiesta, da farsi direttamente in Motorizzazione o presso una sede ACI, può richiedere anche 2 settimane di tempo.

  • Carta di Credito – Non Prepagata – con Plafond di almeno 1200 €

    Sempre richiesta è la carta di credito e purtroppo non valgono le tipologie prepagate o quelle come Postepay/Paypal Card. Al momento del ritiro dell’auto sarà pre-autorizzata una somma a scopo di caparra che verrà poi sbloccata al momento della riconsegna. Assicuratevi di avere il plafond minimo richiesto dalla compagnia (solitamente si trova nelle condizioni di noleggio o può essere richiesto ai call center informativi).

NOLEGGIO AUTO: GRAZIE AI PORTALI CONOSCI TUTTI I PREZZI

Noleggiare un’auto è cosa molto facile, soprattutto oggi con i portali che comparano i costi delle diverse compagnie. Un po’ come per i voli aerei, anche per le auto è più facile districarsi tra la giungla dei prezzi in questo modo. Soprattutto perché le compagnie sono più o meno vantaggiose a seconda dei diversi Stati dove andrete a noleggiare l’auto.

(Ad es. negli Stati Uniti abbiamo trovato molto conveniente noleggiare con Avis, solitamente molto cara invece in tutta Europa.)

Nel consultare questi siti bisogna però tenere a mente alcune regole basilari che vi aiuteranno a paragonare per davvero le varie offerte proposte, tenendo conto delle condizioni di noleggio e dei servizi extra che potrebbero essere o meno compresi…

Andiamo con ordine…

@Pexels

SCEGLIERE UN AUTO ADEGUATA ALLA TIPOLOGIA DI VACANZA

Il primo step consiste nel porsi la domanda di rito: che tipologia di auto mi serve in questa vacanza?
Badate bene, non è per nulla una scelta scontata.

  • Automobili molto piccole, le cosiddette compatte/economiche, possono essere una buona scelta solo per chi le utilizzerà solo in grandi città per la facilità di parcheggio, ma spesso hanno bagagliai troppo piccoli e sono scomode per fare lunghi percorsi.
  • Le intermedie sono spesso la scelta migliore nella maggior parte dei casi: comode, giuste per lunghi percorsi e anche facili da maneggiare. Alcune hanno bagagliai furbi adatti a qualche valigia più ingombrante.
  • I suv o le monovolume sono perfette per chi viaggia in famiglia o per chi sa di dover affrontare anche qualche percorso sterrato. Per es. in California abbiamo optato per questa tipologia perché avremmo fatto tanti km anche in mezzo ai parchi e la guida sarebbe stata più agevole.
  • Le auto sportive/decappottabili possono essere uno sfizio da togliersi in luoghi particolari (mi verrebbe in mente Las Vegas) ma le consiglierei solo per periodi brevi. Ricordate che più l’auto “attira” più dovrete avere accortezze speciali nel posteggiarla.

Diesel o benzina?

La scelta è opportuno farla soprattutto in Europa dove obiettivamente il diesel può convenire sulle lunghe distanze. In America per esempio le auto diesel praticamente non esistono e la benzina ha un costo basso per voler pensare di cambiare tipologia di carburante.

Cambio automatico o manuale?

Anche qui dipende dal luogo di noleggio. In America le auto sono tutte automatiche di default, in Europa invece questa tipologia costa di più. A voi scegliere tra economicità o praticità.

COMPARAZIONE TARIFFE SITI COLLEGAMENTO – SITO COMPAGNIA

Solitamente lo step successivo alla scelta del tipo di veicolo è sempre quello della valutazione del costo sui portali comparativi.
Ce ne sono tantissimi ad oggi, noi ci affidiamo spesso a Rentalcars o AutoEurope ma ce ne sono molti altri validi (non facciamo pubblicità a nessuno è solo la realtà di quel che facciamo noi).

Una volta trovate delle offerte interessanti ci spostiamo sui siti delle compagnie per verificare se, prenotando direttamente da loro, i prezzi si alzano di molto oppure no.
Nel secondo caso, se c’è anche un’oscillazione di prezzo ragionevole, spesso preferiamo affidarci alla prenotazione diretta sui loro siti. A volte questo agevola il cliente (es. servizi priority al check in) e permette di scavalcare problematiche di assicurazione e drop-off che spiegherò di seguito.

Questo non significa che i portali non siano affidabili. Se un’offerta è più conveniente solo per chi prenota tramite questi siti anche noi tranquillamente procediamo senza problemi e non ci siamo mai trovati in difficoltà.

COSA CONTROLLARE SULLE TARIFFE DI NOLEGGIO AUTO

DOVE RITIRARE E DOVE LASCIARE L’AUTO: MEGLIO L’ AEROPORTO O IL CENTRO CITTA?

La scelta solitamente ricade sui depositi presso gli aeroporti, essendo più comodo al momento dell’arrivo essere già pronti per la partenza. Ma attenzione, perché a volte questa scelta può comportare costi più alti dovuti alle tasse aeroportuali obbligatorie.
Se ciò si verifica (è sufficiente provare con un ritiro in una agenzia in centro città) potrebbe essere giusto valutare di prendere un mezzo pubblico per raggiungere la più vicina agenzia più conveniente.

noleggio

LA COPERTURA ASSICURATIVA: QUALE SCEGLIERE?

Il problema assicurativo nel noleggio auto è sicuramente uno degli argomenti più spinosi e dibattuti.
Si trovano tante spiegazioni su internet in merito ai servizi di protezione completa offerti dai portali di collegamento: chi li consiglia e chi dice di tenercisi alla larga.
Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza…

LA COPERTURA TOTALE CON FRANCHIGIA A ZERO

E’ la tipologia che vi fa viaggiare senza pensieri ed è quella che noi sottoscriviamo ogni volta che noleggiamo.

In pratica oltre a prevedere una copertura pari ad una CASCO, quindi sia per danni causati da altri che per danni causati da voi, ha anche la totale garanzia di non dover pagare nessuna franchigia. Insomma, in ogni caso non sborserete nulla.
Solitamente ha un costo giornaliero che varia a seconda del valore dell’automobile.

Sui portali è indicata con diciture come CDW (Collision Damage Waiver) o LDW (Loss Damage Waiver).
Sono praticamente la stessa cosa ma bisogna sempre verificare che le franchigie siano effettivamente a 0,00 €.

Sull’offerta (e poi sul contratto) dovrà esserci la dicituraIl noleggio include la la Limitazione Responsabilità per Danni e Furto (LDW) senza franchigia/ con franchigia pari a 0,00. 

CON CHI SOTTOSCRIVERE QUESTA ASSICURAZIONE?

Un ulteriore tasto dolente è a chi affidarsi per questa CASCO.
Mi spiego meglio: le assicurazioni totali senza franchigia vengono offerte sia dai portali (con costi giornalieri a parte rispetto ai contratti con le compagnie) sia dalle compagnie stesse come aggiunta da farsi al momento della scelta dei servizi extra.

Chi scegliere? Sappiate che la differenza sta nella tipologia di rimborso.

  • Nel caso delle coperture sottoscritte con la compagnia, non vi sarà richiesto nulla in caso di danno. La compagnia è già coperta dall’assicurazione e punto.
  • Nel caso della copertura offerta dai portali comparativi (es. Rentalcars o AutoEurope), la compagnia potrebbe non riconoscerla come valida.
    Spesso questo vi viene ricordato al momento del ritiro dell’auto e vi viene offerto di sottoscriverne un’altra con loro. Se l’avete già fatto non ha obiettivamente senso farne un’altra anche con l’agenzia di noleggio, nonostante essi proveranno a dirvi che la vostra non vale. In effetti per loro la vostra non ha valore assicurativo diretto in quanto l’iter in caso di danno non è di diretto rimborso come nel caso precedente.
    In caso di sinistro la compagnia addebiterà a voi le spese di franchigia e solo dopo voi potrete rifarvi sull’assicurazione sottoscritta con il portale.
    Essenzialmente la copertura assicurativa con i portali assicura voi, non il mezzo.

Io non ho mai scelto quest’ultima tipologia per stare sul sicuro e ho sempre preferito gestire tutto direttamente con la compagnia di noleggio. Con questo non voglio dirvi che non funzionano ma che potreste avere qualche grattacapo in più: un addebito solo successivamente rimborsato dall’altra assicurazione.
Una sorta di doppio passaggio.

IL DROP OFF / NOLEGGIO ONE WAY

Anche questo è un costo che può diventare dolente se sconosciuto, al momento del ritiro dell’auto.
Concerne il caso in cui l’auto venga ritirata in un luogo ma riconsegnata in un altro.

A seconda della distanza tra le due città, magari che si trovano anche in Stati diversi, il costo del drop off può certamente lievitare anche di centinaia di euro.
Essenzialmente corrisponde alla spesa che deve affrontare la compagnia per riportare l’auto alla sua sede originaria.

Verificare dall’offerta o dal contratto che esso sia compreso nel prezzo è davvero fondamentale! In caso contrario scoprirete l’ammontare solo al momento di ritiro dell’auto e pagare sarà una condicio sine qua non per avere le chiavi e continuare il vostro viaggio.

  • Negli USA il drop off è solitamente già previsto: in America la maggior parte dei noleggi avviene da città a città e lasciare l’auto in un altro Stato è consuetudine. (Per es. la nostra auto ritirata a San Francisco e consegnata a Las vegas era targata Oregon… chissà quanti giri aveva già fatto!)
  • Molto diverso è il caso dei paesi europei dove i costi di drop off sono talmente alti da portarci a rinunciare a continuare la progettazione di alcuni on the road. (Provate a calcolare un’auto da Oslo a Tromso in Norvegia per due settimane e comparatela ad un Oslo-Oslo per le stesse date…. vi metterete le mani nei capelli!).

La ragione è proprio quella della consuetudine: in America le auto girano molto ed è facile riportarle alla sede, in Europa ciò avviene molto di rado e vi fanno pagare il “disturbo”.

TARIFFA PER ESPATRIO: ATTENTI A METTERE LE RUOTE OLTRE CONFINE

Quando noleggiate un’auto siete liberi di vagare liberamente per le strade del paese che state visitando… ma cosa succede se varcate i confini di quello stesso Stato?
Anche in questo caso le compagnie sono molto precise a riguardo nei loro contratti e nelle condizioni delle offerte. In alcuni casi impongono tariffe per ogni giorno passato fuori dai confini, in altre lo vietano totalmente.
Attenzione in entrambi i casi, ma soprattutto nel secondo: potreste non essere assicurati in caso di sinistro!
Se non siete sicuri sempre meglio chiedere…

(Es. Quando ci siamo trovati a San Diego in California ci siamo chiesti se fosse possibile passare il confine con il Messico senza incappare in problematiche. In quel caso il contratto prevedeva la possibilità ma, per non rischiare, abbiamo deciso che Tijuana l’avremmo vista un’altra volta…)

CAUZIONE: NON POTETE EVITARLA

Al momento del ritiro, come vi avevo preannunciato sopra, vi sarà chiesta la carta di credito sulla quale sarà bloccata una cifra corrispondente ad una caparra.
Ve la richiedono anche se avete una CASCO? Si. In generale la compagnia si vuole tutelare sulle cause di furto o di danni di parti del veicolo, non riscontrabili in sede di restituzione dell’auto.

Molti si agitano quando l’agente chiede la carta e striscia quelle cifre così alte… ma nessun pericolo! La somma sarà solo pre-addebitata, o per meglio dire bloccata, sulla carta. State solo attenti che nel conto corrente non ci sia un vero e proprio addebito (ma con le compagnie più note non c’è mai rischio).

L’ammontare della cauzione

Dipende dall’auto che noleggiate. Per una compatta potranno bastare circa 300 euro, se prendete un’auto sportiva potreste ritrovarvi anche 1000 euro.
In ogni caso è vostro diritto saperlo prima dell’arrivo e dovrebbe sempre essere scritto nel contratto. Controllate, anche per esser sicuri di averli sulla carta come disponibilità, altrimenti non vi daranno l’auto.

CARBURANTE: MEGLIO IL PIENO/PIENO

Avete mai visto la dicitura pieno/pieno? Si riferisce allo stato del serbatoio al momento di ritiro/restituzione dell’auto.

  • Pieno/pieno è la scelta migliore, sempre. Vi danno la macchina con la benzina, la restituite voi con il pieno facendolo dove meglio credete.
  • La tipologia pieno/vuoto è meno conveniente in quanto saranno loro a valutare, a grandi linee e sempre in difetto per voi, il costo della benzina mancante da addebitarvi seguendo delle tariffe medie (sempre più alte di quelle reali).

GUIDATORE AGGIUNTIVO

Premetto che è una valutazione molto personale, che dipende dalle condizioni di ognuno, ma essere liberi di poter guidare entrambi l’auto significa vivere più tranquilli. Questo è un mio parere, e anche a noi è capitato di non inserire il secondo conducente in alcuni viaggi, ma farlo è una scelta più safety.

  • Il vero problema è che in molti Stati europei ha un costo molto alto e in molti eliminano la possibilità. E’ stupido a mio parere, perché lasciare sempre a uno l’onere di guidare significa non farlo riposare e limitargli la possibilità di godersi il panorama.
  • L’America, anche in questo caso, è più pratica e il secondo guidatore è spessissimo compreso gratuitamente. Bravi!

ACCESSORI E AFFINI

Il noleggio auto prevede la possibilità di aggiungere molti accessori, consegnati insieme alla macchina, per le esigenze di ogni viaggiatore.
Si va dai navigatori (davvero nel 2018 abbiamo bisogno di un TomTom con gli smartphone che abbiamo??), i seggiolini dei bambini, le catene o le gomme da neve ecc.
Se i primi sono sinceramente poco consigliabili, per gli altri non ci sono molte vie d’uscita: se ci vogliono, ci vogliono.

Assicuratevi di prevederli da subito e che quindi la compagnia li tenga pronti per voi al momento del ritiro auto. Soprattutto per i seggiolini visto che ci sono le varie misure (genitori ne sapete più di me in questo caso…).
Se al ritiro non li avranno disponibili sarà loro dovere darvi un upgrade gratuito ad un’auto superiore con seggiolino idoneo!

E con questo è tutto, spero di avervi dato tutte le informazioni per destreggiarvi nella giungla del noleggio auto.

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: