Svettante su di uno sperone di roccia che guarda il golfo dell’Asinara, Castelsardo è un borgo medioevale che appartiene al Club dei borghi più belli d’Italia.

LA STORIA DI CASTELSARDO

Meta di conquistatori fin dal 1100, quando qui governavano i genovesi Doria che ne avevano fatto una roccaforte difensiva per gli attacchi dal mare. Caduto poi nelle mani degli aragonesi che la inglobarono nel Regno di Sardegna e infine sotto i Savoia che le diedero il nome attuale.
Il dialetto che si parla qui è figlio della commistione di tutti questi passaggi di mano: un sardo misto al ligure con accenni di spagnolo.

COSA VEDERE A CASTELSARDO

LA ROCCA E IL CENTRO STORICO

Bellissimo da visitare è l’antico castello, o Rocca, risalente al periodo genovese e la torre medioevale campanaria della Cattedrale di Sant’Antonio Abate.
La città è circondata da una cinta muraria di cui è stato recuperato il ponte levatoio con la porta Pisana d’entrata. Caratteristico per la regione della Sardegna dove il medioevo non è così presente come nelle città maggiori.

cosa vedere a Castelsardo

SPIAGGE BELLE VICINE A CASTELSARDO

Il mare a Castelsardo non ha nulla da invidiare alle famose spiagge della costa Ovest. E’ cristallino e dai sgargianti colori smeraldini tipici della Sardegna.

  • La zona più frequentata è quella della Marina di Castelsardo, attrezzata e dalla spiaggia molto larga.
  • Vicinissima è anche Lu Bagnu dove ho sguazzato sin da quando ero piccolina. Molto meno affollata, si trova proprio a ridosso di un Istituto di Suore ed è facilissima da raggiungere grazie al parcheggio antistante. Non è attrezzata quindi dovrete dotarvi almeno di ombrellone, ma questo è proprio il bello della Sardegna!
  • Verso Sassari è possibile raggiungere la Marina di Sorso prima e Platamona poi. La prima è attrezzata solo in piccoli punti mentre la seconda offre tutte le comodità tipiche di uno stabilimento balneare, ma è molto più affollata.
  • Dalla parte opposta, verso Santa Teresa, si può raggiungere la spiaggia di Badesi Li Junchi molto nota e apprezzata per la sua lunghezza.

RISTORANTI DOVE MANGIARE A CASTELSARDO

Come piatti in Sardegna io vi consiglio il pesce, sempre fresco e pescato proprio in queste acque. Come l’aragosta, che qui a Castelsardo viene accompagnata dalle sue uova a creare una salsina, o la fregola, una pasta sarda simile ad un grosso cous cous, accompagnata da un sugo di mare e crostacei.
Per finire sicuramente la seadas, il tipico dolce sardo a base di formaggio di capra contenuto in una pasta sottile fritta nell’olio, poi servito con miele o con zucchero semolato.

Per regalarsi una magica notte vi consiglio di provare il ristorante L’Incantu: con una meravigliosa vista sulla Rocca illuminata è il posto perfetto per una romantica cena a lume di candela… e si mangia divinamente!

COSA COMPRARE A CASTELSARDO

spiagge di castelsardo

L’artigianato sardo riempie i negozietti di ogni tipo di oggetto da portare a casa come ricordo.
Il sughero in primis è usato per fabbricare oggetti di uso comune come taccuini, penne, tappi decorati ma anche posacenere e quadri caratteristici.

Il vero lavoro di artigianato tipico della zona è però quello dei cesti. Non sono in rafia bensì in palma nana, una pianta che qui cresce spontanea e che viene da secoli usata dalle donne per intrecciare canestri e cesti di ogni tipo. Oggi essi sono anche colorati e raffigurano i tipici simboli sardi come il gallo, ripresi anche nelle ceramiche (però più tipiche della zona di Oristano), e i tessili.
Sull’artigianato dei cesti si basa anche il Museo dell’Intreccio Mediterraneo visitabile nella parte inferiore del Castello dei Doria.

COSA VEDERE VICINO A CASTELSARDO

Castelsardo si trova a pochi km da Sassari, città di provincia con la bella Piazza Italia, ma anche a Porto Torres, negli ultimi anni rinnovata e restaurata nella parte dei resti della Colonia Iulia Turris Libisonis. Vi consiglio di visitare Porto Torres anche di sera, il suo centro è molto vivo e i locali all’aperto sono davvero carini.

A 65 km si trova Stintino, con la famosissima e bianchissima Spiaggia della Pelosa (affollatissima ad agosto) vicino alla quale è possibile anche partire per le gite all’Isola dell’Asinara, ex carcere di massima sicurezza ed oggi area naturalistica e faunistica protetta.

cosa vedere vicino a Castelsardo

A soli 30 km verso ovest, infine, si può visitare l’Isola Rossa , porzione di territorio vicino a Costa Paradiso, in particolare a Trinità D’Agultu. Luogo caratteristico per la sfumatura rossastra delle rocce in porfido che si buttano dentro l’acqua cristallina creando particolari giochi di colore.

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

Scrivi un commento