Siamo sinceri, i social ci stanno riempiendo sempre di più la giornata e ci tengono attaccati ad uno schermo per ore ed ore. In un’epoca dove ogni giorno si partecipa ad oltre 2000 interazioni digitali è sempre più necessario fermarsi per ritrovare il proprio equilibrio.
Come fare? Affidandosi al Digital Detox in vacanza.

DIGITAL DETOX: CHE COS’E’

La dipendenza dai social media, è stato provato, contribuisce enormemente al dilagare di disturbi d’ansia e di comportamento. Il problema è legato in particolar modo al senso di insoddisfazione e di frustrazione che proviamo ogni volta che spiamo la vita di qualcun’altro, accontentandoci di osservare le esperienze piuttosto che viverle in prima persona.

Il significato di Digital Detox è propriamente disintossicarsi dai social. Spegnere l’accesso a internet e ritrovare il proprio equilibrio attraverso il contatto con la natura e con la realtà.

Pecore dell'isola di Skye

DISCONNETTERSI IN VACANZA PER RIGENERARSI

Quale momento migliore per ricaricare le energie se non quello delle vacanze? Che si tratti di un solo weekend o di ferie estive, l’importante è cercare di ritrovare se’ stessi attraverso attività rigeneranti.

Per praticare digital detox in viaggio è sufficiente dedicare qualche ora alla meditazione, fare trekking o semplicemente staccare la spina all’interno di un centro benessere. Sono solo alcune delle occasioni perfette per spegnere internet e godersi il mondo che abbiamo intorno.

L’ISOLA DI SKYE, IL LUOGO PERFETTO PER UN VERO DIGITAL DETOX

Tra le più famose di tutta Scozia, l’isola di Skye è la più grande dell’arcipelago delle Ebridi Interne e arriva ad un’altitudine di circa 900 metri sul livello del mare.

Isola di skye - Scozia

E’ uno dei luoghi preferiti dai turisti che visitano la Scozia per le meraviglie naturali che possiede, ma anche per la sua particolare conformazione rocciosa che rende le sue coste frastagliate e particolarmente affascinanti.
Non a caso l’isola di Skye è nell’immaginario collettivo un luogo mistico e magico, legato a leggende antiche come quelle dell’antica Avalon.

Nella realtà Skye è una terra ricca di brughiere, di strade che ad ogni curva regalano scorci meravigliosi sul mare del nord e di pecore. Pecore ovunque.
Quale luogo migliore di questo per decidersi a spegnere i social network e dedicarsi solamente alle attività che non prevedono l’uso di internet.

COME ARRIVARE SULL’ISOLA DI SKYE

L’Isola dista 5 ore di auto sia da Glasgow che da Edimburgo, le città con gli aeroporti più vicini.
Arrivare non è complicato: basta seguire le autostrade A82 e A87 che rispettivamente toccano altre meraviglie naturali scozzesi come le Glencoe ed il parco nazionale del Loch Lomond.

Esistono numerosi tour organizzati dalle città principali per visitare in un giorno l’isola di Skye ma, se si vogliono vivere i suoi luoghi in completa autonomia e serenità, la cosa migliore è quella di munirsi di un’auto a noleggio.
Passato il ponte che separa Kyle of Localsh, l’ultima cittadina scozzese che fronteggia l’isola, dalle coste di Skye è facile trovare la strada per Portree, il centro principale.

strade sull'isola di Skye

In effetti di strade ne esistono pochissime. La A87, quella principale, arriva fino ad Uig a nel nord est e si interseca con:

  • la A851 verso l’estremo sud ovest, finendo nella cittadina di Aird of Sleat
  • la A863 verso Drynoch, utile per raggiungere le Fairy Pools
  • la A850 verso Dunvegan ed il suo castello

COSA VEDERE SULL’ISOLA DI SKYE

FAIRY POOLS

Le Piscine delle Fate sono raggiungibili con un percorso a piedi di 40 minuti che permette di vedere e fermarsi in vari laghetti naturali, con cascatelle ed erba alta. Uno spettacolo magico!
Si trovano a mezz’ora da Portree e il percorso si snoda lungo il corso del River Brittle.

THE STORR

A nord di Portree, è la montagna con l’altitudine maggiore di tutta l’isola di Skye. Il punto più famoso è certamente l’Old Man of Storr, un monolite di 55 metri formatosi nei secoli tra le rocce di basalto. Anche qui si può arrivare a piedi ma l’ultima parte del percorso è descritta come molto dura in quanto in cattive condizioni.

Isola di skye - Scozia

QUIRAING

Oltre la montagna The Storr si trova questo altopiano formatosi in seguito a smottamenti ed eruzioni vulcaniche risalenti addirittura al Giurassico. Oggi è uno dei punti preferiti dai fotografi in cerca di panorami da sogno e le sue strettissime strade possono essere anche percorse in macchina.

DUNVEGAN CASTLE

Come per ogni zona della Scozia che si rispetti, anche Skye ha un suo castello. Abitato dal Clan McLeod da 800 anni, è visitabile anche internamente e si affaccia sull’insenatura del Loch Dunvegan. Molto affascinante.

NEIST POINT E IL SUO FARO

Essendo un’isola, Skye ha scogliere meravigliose un po’ ovunque, ma le più spettacolari sono certamente queste, nell’estrema costa ovest a mezz’ora dal castello di Dunvegan. Il percorso per arrivare al faro è di una ventina di minuti e regala panorami da sballo!

Il mare dell'isola di Skye

PORTREE

La cittadina che fa da capitale all’isola è ricca di b&b e ristoranti di pesce sul porto. E proprio il suo harbour è davvero carinissimo per una passeggiata!

DISTILLERIA TALISKER

Nata nel 1830 questa distilleria produceva inizialmente un whiskey distillato 3 volte, come nella maniera irlandese. Cento anni dopo si passò alla doppia distillazione, molto più comune in Scozia e rappresentativa del suo tipo di whiskey. Il Talisker, amatissimo da Stevenson ha un particolare gusto salato con un’elevata concentrazione di torba che lo rende difficile da bere per tutti i palati. Ma si dice che chi lo ama non lo abbandona più.

DOVE DORMIRE SULL’ISOLA DI SKYE

L’isola di Skye offre numerosissimi b&b, molti dei quali sono dislocati lungo la strada principale A87. In alta stagione è praticamente impossibile trovare posto senza avere prenotato e quindi vi consiglio vivamente di pensare in anticipo alla sistemazione per non ritrovarvi come noi a non poter rimanere sull’isola per più di una giornata.

Fattorie sull'Isola di Skye

Per una vera vacanza detox senza internet però vi consiglio di scegliere hotel o strutture nelle zone più remote. Dormire in mezzo alle brughiere cariche di erica rosata, ascoltare i suoni dei piccoli ruscelli e del vento che scorre tra l’erba alta sarà il modo migliore per rigenerarsi.

5 ATTIVITÀ’ PER DISINTOSSICARSI E RICARICARSI SULL’ISOLA DI SKYE

  1. TREKKING
    Certamente l’attività preferita dalla maggior parte dei visitatori di Skye sono le camminate.
    Le principali sono quelle che raggiungono le Fairy Poolsl, l’Old Man of Storr e il Nest Point. Esiste in ogni caso un percorso adatto ai grandi camminatori che copre l’intero giro di tutta l’isola, lo Skye Trail, per una distanza di circa 128 km. Se volete saperne di più vi consigliamo alcuni libri sull’argomento.
  2. MEDITAZIONE
    Per gli amanti delle tecniche di origine orientale, Skye potrebbe essere un’ottima meta per praticare esercizi di respirazione e tecniche di rilassamento meditativo. Sull’isola si trovano alcuni centri che organizzano giornate all’insegna della meditazione in luoghi di grande ricarica energetica come le Fairy Pools o il Quiring. Inoltre potrete trovare anche b&b che promettono risvegli in puro stile yogico, in connessione con l’ambiente circostante.
  3. VACANZE IN FATTORIA
    Il contatto con la natura e il detox tecnologico si possono ottenere anche provando la vita di campagna, vivendo a stretto contatto con gli animali da fattoria e godendo la tranquillità del ritmo scandito dalle ore di luce e buio. Sull’isola esistono 5 farm che offrono opzioni di questo tipo. Una fantastica idea per coinvolgere anche i bambini nelle attività di disconnessione digitale.
  4. GIRO DELL’ISOLA IN BICI
    Per gli amanti delle lunghe pedalate Skye pare essere un luogo perfetto da girare in bicicletta. All’incirca 3 giorni possono essere sufficienti per percorrere le sue stradine alla scoperta di panorami sempre diversi. Nelle librerie sono presenti numerose mappe che segnano i percorsi imperdibili e a Portree è possibile noleggiare bici ed attrezzature per vivere questa avventura.
  5. USCIRE IN BARCA E PESCARE SALMONI
    Camminate, pedalate… ma siamo su un’isola, al mare non ci vogliamo andare? Gli scozzesi hanno pensato anche a chi vorrebbe provare l’esperienza di navigare nelle fredde acque del nord e magari buttare qualche amo per pescare un perfetto salmone. Tra le attività più famose ci sono proprio le uscite in mare e Portree offre numerosi tour operator con vari tipi di attività acquatiche. Moltissimi li trovate proprio vicino al porto.
Pesca sull'Isola di Skye

ISOLA DI SKYE: LA MIGLIORE META RIGENERANTE

Sull’isola di Skye troverete davvero un punto di partenza perfetto per ritrovare la centratura in voi stessi. Che siano le antiche montagne, le magiche cascate o il burbero mare del nord, sarà impossibile non trovare la connessione giusta con il proprio elemento naturale.

Fotografate si, magari con una reflex semiautomatica invece che con il cellulare, ma attendete il ritorno per postare i vostri scatti. Quei momenti non ve li ridarà indietro nessuno e in futuro li ricorderete con felicità. Anche senza condivisione sui social.

E voi, l’avete mai fatta una vacanza con il cellulare spento? Oppure vi piacerebbe provare questa nuova esperienza?

in collaborazione con @momondo #admomondo #owtravelers

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

Write A Comment