//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

Una vacanza su una nave da crociera è per molti un sogno fatto di lussi, agi e tante località da visitare. Tutto vero, ma ci sono anche dei lati meno affascinanti di cui tener conto prima di decidere di prenotare.

Premetto che ho fatto 3 crociere nella mia vita: una con la famiglia quando ero ancora piccolina e due in compagnia di un’amica intorno ai 25 anni. Ho provato ben due compagnie e sicuramente ne ho eletta una preferita ma qui non voglio parlare di questo. Inoltre sono passati degli anni e le cose possono essere cambiate.

UNA VACANZA IN CROCIERA

La crociera in quanto tale, qualunque compagnia e tipo di nave si scelga, prevede un tipo di organizzazione che può risultare congeniale per alcuni e tremendamente frustante o limitante per altri.
Perché, in generale, la struttura di questo tipo di vacanza è scelta a monte e poco viene lasciato ai desideri del singolo. A meno che non si vogliano spendere tantissimi soldi, fermandosi per qualche giorno in ogni porto e prendendo la nave successiva… Ma questa è un’altra storia, per chi non ha problemi di tempo e di spesa.

crociera

LE TIPOLOGIE DI CROCIERA

Tornando a noi, le crociere non sono tutte uguali:

  • ci sono le crociere a lungo raggio, quelle per le quali è necessario prendere un aereo e raggiungere il primo porto di attracco solitamente al di là dell’oceano. Fanno parte di questa categoria le crociere nei Caraibi, quelle nel Sud America o in Sud Africa.
    Sono quelle preferite da chi vuole fare una vacanza in luoghi di mare favolosi, spostandosi spesso e toccando più Stati in un’unica volta.
  • ci sono le crociere nel Mediterraneo, quelle meno costose e perfette per chi odia prendere l’aereo in quanto partono da porti italiani raggiungibili comodamente via terra. Solitamente esistono due tipi di giri: quello ad ovest che tocca Spagna e Nord Africa e quello a est verso Grecia, Turchia e Croazia.
    Sono le preferite dalle famiglie, da chi vuole vedere alcune delle città più belle dell’Europa del Sud e magari aggiungere qualche isola minore.
  • ci sono poi le crociere del Nord Europa, quelle destinate soprattutto alla vista dei fiordi e dell’aurora boreale che prevedono un volo di breve durata per una città del Nord prima dell’imbarco. Fanno parte di questa categoria le crociere verso la Groenlandia o il Polo Nord, fino persino alle Svalbard.
    Sono le preferite da chi cerca luoghi incontaminati ed effettivamente raggiungibili solo via mare.
  • ci sono infine le nuove crociere intorno al mondo…. più di 100 giorni di navigazione toccando i porti principali di tutto l’emisfero… prezzi alle stelle, navi enormi. Direi che anche questo fa parte di un’altra storia…

CROCIERA: I PRO E I CONTRO

PRO

  • COMODITA E RELAX

    In una crociera ci si deve sicuramente preoccupare poco di non riuscire a rilassarsi. Tutto è finalizzato a farvi stare bene e ad essere sempre coccolati.
    Piscine con idromassaggio, centri benessere con massaggi paradisiaci, cocktail bar ad ogni ponte, stanze insonorizzate, palestre, teatri, cinema… Insomma non vi basterà l’intera vacanza per esplorare tutte le offerte che la nave vi propone.

CONTRO

  • COSTI ALTISSIMI

    Il salasso delle crociere non sta tanto nel momento della prenotazione quanto nella ricevuta finale a fine vacanza. Quasi tutte le compagnie scelgono di darvi una carta di credito utilizzabile in ogni luogo della nave che pesca direttamente dal vostro conto corrente…. Pericolosissimo!
    Inoltre in questo modo si tende a controllare poco il costo degli extra che è davvero spropositato.

  • TUTTO ORGANIZZATO

    Sinceramente la capacità organizzativa di un team addetto ad una nave da crociera è incredibile: gestire migliaia di passeggeri, farli sbarcare e rientrare tutti allo stesso orario… preparare i pasti per tutti e gestire le affluenze… per non parlare degli imprevisti! Insomma sono geniali.
    Perfetto per chi non vuole preoccuparsi di nulla e lasciarsi guidare da esperti.

  • TEMPI STRETTI E PRESTABILITI

    Una organizzazione così peculiare necessita della collaborazione di tutti per poter funzionare. In primis di quella degli ospiti stessi che devono rispettare orari e rientri alla nave, pena l’essere lasciati indietro. Per questo esistono due turni di cena (uno prestissimo, l’altro tardissimo rispetto ai normali standard), gli sbarchi in terraferma hanno i minuti contati e tutto è scandito ad hoc. 

  • MANGIARE, MANGIARE E MANGIARE

    In crociera si mangia SEMPRE. A colazione, a metà mattina, un bel buffet a pranzo, poi la merenda delle 5, la cena alla carta e lo spuntino di mezzanotte. Si, avete capito bene tuto questo è compreso nel prezzo della vostra vacanza. E’ tanto da farvi esclamare: ORA BASTA alla terza giornata!
    Ah e naturalmente se non vi basta ci sono solitamente almeno 3/4 ristornati separati (non compresi in questo caso) con specialità da tutto il mondo. Occhio solo alle bevande che spesso sono a parte (e carissime!)

  • TEMPI MORTI…

    Il vero problema degli spostamenti via mare sono i tempi morti. Ore e ore di lenta navigazione senza nient’altro che acqua all’orizzonte (perché le navi sono grandi e procedono al largo). L’organizzazione della nave (che pare quasi un’entità) vi propone talmente tante scelte, che c’è l”imbarazzo della scelta: 1 ora in palestra, un massaggio, mangiare, qualche programma in tv, mangiare, 1 ora in piscina, mangiare…
    Perchè l’ho messo nei lati negativi allora?
    Perchè non tutti intendono la vacanza come solo relax, io amo vedere, vivere, toccare con mano i luoghi che visito. Così non posso farlo. Nessuna strada da percorrere da un punto all’altro, nessun posto da scoprire… solo quel che era stato previsto…
    E poi in palestra in vacanza, anche no!

  • ANIMAZIONE PER TUTTI

    La crociera aiuta le famiglie, questo è vero. Lasciare i bambini ai mini club tutto il giorno è favoloso per loro che si divertono e defaticante per i genitori che si rilassano. Inoltre i tanti spettacoli serali, le sale giochi, gli intrattenimenti sono studiati proprio per permettere alle mamme e papà di occupare anche le serate prima di mettere a letto i bambini. Insomma, massima resa, minimo sforzo!

  • A-A-AFFOLLATISSIMA

    Se Rimini-Rimini, come diciamo qui da noi, vi spaventa… la crociera è ben peggio!
    Spunta il sole? Farete a botte per trovare un lettino libero. Scatta l’ora del pranzo? Ci si spintona per l’ultima oliva o l’ultimo pezzo di lasagna.
    E le gite fuori bordo? Nessuno abbandoni il gruppo! Tutti vicini vicini a visitare il monumento scelto dalla guida… Insomma, abbastanza delirante!
    I modi per evitare la folla ci sono, credetemi, ma dovete valutare di muovervi al contrario della massa!

  • TANTI POSTI, TANTE VISITE

    La crociera permette di toccare in poco tempo molti luoghi diversi e dislocati in altrettanti svariati stati del mondo.
    Un vacanza organizzata che vi permette di visitare città d’arte, sdraiarsi sotto il sole e vedere tramonti da urlo, tutto nello stesso giorno!
    Gli sbarchi sono solitamente ben organizzati (non avevamo dubbi) con tour diversi a seconda delle scelte personali: più cultura, più mare, più fatica, meno spostamento… ce n’è per tutti i gusti.

  • SCENDI SOLO O ACCOMPAGNATO?

    Le alternative sono sempre sue: sbarcare soli ed arrangiarsi nel tempo che viene dato o lasciarsi guidare da un tour organizzato.
    Nel primo caso il problema vero sono i tempi, strettissimi soprattutto se pensate che partite sempre dal porto e non siete già in centro città.
    Nel secondo caso il problema sono i costi: molto alti e spesso sproporzionati.

 

crociera

CROCIERA: COSA NE PENSO IO

La crociera devo dire che non è la mia tipologia di vacanza ideale. Nonostante ami il mare più di un marinaio proprio non riesco a mandar giù il fatto di non essere libera di scoprire i luoghi che vado a visitare. E soprattutto non amo il fatto di ritrovarmi a fare un massaggio per occupare il tempo quando so che avrei potuto fare tantissime altre cose sulla terraferma.

Gli spostamenti a lungo raggio, è vero, permettono di vedere più località in un’unica volta e questo è un plus. Soprattutto per quei posti che non hanno servizi aerei comodi per fare le stesse miglia via aria.

Nonostante tutto non rinnego le crociere fatte in passato… grazie al fatto di essere con una mia amica sono state davvero divertenti e ci hanno fatto anche fare nuove amicizie! Credo solo che non ripeterei la cosa… ad oggi scegleirei sicuramente un altro genere di viaggio.

LA CROCIERA CHE MI MANCA

Però c’è una crociera che ancora mi tenta moltissimo: quella sui fiordi norvegesi. E’ una delle poche mete che amerei fare con i tempi lenti del mare, soffermandomi con lo sguardo sul lento scorrere delle acque intorno alle insenature naturali.

crociera

Spero che questo articolo possa essere stato utile per chi ancora non ha mai fatto una crociera ma ci ha pensato almeno una volta. E per chi ha già avuto la sua esperienza, aspetto i vostri commenti! Anche per confrontarci sulle vostre impressioni.

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

1 Comment

  1. La crociera è una di quelle cose su cui non saprei esprimere un parere definitivo: se da un lato l’aspetto di totale relax mi ispira, dall’altro il fatto di avere tutto organizzato senza possibilità di decidere cosa fare mi spaventa un po’. Però devo dire che i due giorni sul battello postale da Bergen a Alesund mi sono piaciuti molto, ma forse perché erano solo due giorni e non mi sono sentita in prigione 😉

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: