Volevamo aspettare il ritorno di Giorgia dalla magica Thailandia però… Siamo state nominate non una, ma bensì cinque volte!!!
Quindi niente, non ci teniamo più e la risposta la vogliamo dare subito subito!!
Con il magico potere di Whatsapp, dei wi-fi thailandesi e della condivisione via mail, siamo riuscite a parlarci, a rispondere alle domande, scherzando e ridendoci su, proprio come se ci trovassimo sedute sullo stesso divano!
Vista la riuscita dell’esperimento Giorgia è sempre più convinta di non avere motivo di tornare in Italia… “se anche il blog posso gestirlo così bene da qui, vi saluto e aspetto che mi veniate a trovare voi!! Ciao!” ha detto… ma tranquilli fa sempre così quando mancano pochi giorni al volo di ritorno. Poi le passa…

Ma torniamo a noi!!
Il Liebster Award è un premio, le cui origini pare risalgano al 2011 in Germania, per premiare blog non ancora famosi e con pochi seguaci. Accettarlo significa rispondere alle circa dieci domande poste da chi ci ha nominato e scegliere, a nostra volta, altri dieci travel blogger a cui attribuire il nostro riconoscimento. Tutto deve seguire rigorosamente a tema ” Travel “.
Quindi naturalmente anche noi abbiamo stilato la lista di domande e la troverete alla fine del post insieme alle regole ed ai blog nominati…

liebster-award-2016-810x722

Come dicevamo ben cinque travel blogger ci hanno scelto per rispondere alle loro domande, dandoci così il loro apprezzamento sul nostro lavoro di blog emergente!
Quindi grazie, grazie, grazie, grazie e grazie (rispettivamente) a:

Mi raccomando andate a leggere anche le loro risposte ai Liebster Award e seguite i loro blog (trovate il link diretto cliccando sul loro nome).

thsanks

Vi siete messi comodi? Giorgia sei connessa?? Bene, possiamo partire!

Iniziamo dalle domande dei Lemuri…

1) Qual’è stato il viaggio più difficile da organizzare e perchè?
Giu: “Sinceramente non ricordo particolari difficoltà, tutta ordinaria amministrazione per ora…”
Gio: “Quello che sto per concludere… Thailandia Nord Occidentale. A parte Chiang Mai è stata un’impresa trovare informazioni su cose e posti da vedere”
2) Qual’è il posto che vorresti assolutamente visitare e che non hai ancora visto ?
Giu: “Uno solo? Davvero solo uno? Domanda da 1 milione di euro… Dai, almeno tre! Brasile, California e Iran. Che non c’azzeccano niente uno con l’altro!
Gio:”In assoluto India e Birmania… ma anche Perù, Nepal.. un posto solo nemmeno io riesco a sceglierlo!”
3) Qual’è la cosa più bella che qualcuno ha fatto per te durante un viaggio?
Gio: “Mi è rimasta nel cuore la guida trovata per caso, per le strade di Fez in Marocco. Dopo averci fatto scoprire tutta la città ha voluto sapere il nostro numero di cellulare ed il giorno dopo ci ha telefonato per sapere se andava tutto bene. Sapeva che dovevamo percorrere un lungo e tortuoso percorso in macchina verso il deserto e si era preoccupato per noi, un gesto che ricordo nonostante siano passati anni!”
Giu: ” Credo che uno dei gesti più belli sia stato di mio papà, quando per colpa della mia carta d’identità scaduta non hanno fatto salire me ed il mio fidanzato sull’aereo per Parigi. Era la nostra prima vacanza insieme e mi ricordo che ero a pezzi per la cavolata che avevo fatto… bè mio padre è venuto in aeroporto, ci ha pagato due nuovi biglietti per la sera e ci ha fatto recuperare la nostra vacanza che sembrava ormai perduta!”

4) Qual’è stato il piatto più disgustoso che hai mangiato e dove?
Gio:“L’anno scorso in Laos ho provato i grilli fritti.. uno solo lo ammetto… non è stato nemmeno il sapore, anche buono, ma l’idea di cosa stavo masticando!”
Giu
: “La pasta collosa con ketchup e merluzzo secco sbattuto sopra che la famiglia francese dove ho fatto lo scambio a diciott’anni mi propinava tutte le sante sere… ho ancora gli incubi!”

5) Preferite scrivere i post per il vostro blog durante il viaggio o al rientro ?
Giu: “Io li scrivo tutti al rientro, però durante il viaggio prendo appunti, soprattutto nei momenti morti: aereo, tappe in macchina… C’entra anche il mio amore per taccuini e cancelleria. Così ho la scusa per comprarne sempre di nuovi!”
Gio: “Penso anch’io che la cosa migliore sia prendere appunti nei lunghi viaggi… poi metterli giù al rientro. L’anno scorso ho provato a pubblicare direttamente ma non lo rifarei!”

6) Racconta un momento di viaggio in cui hai avuto paura.
Gio: “L’unica volta in cui ho avuto davvero paura è stato qualche anno fa durante l’atterraggio a Doha. raffiche di vento traverso e bruto tempo mi hanno fatto pensare al peggio per qualche minuto! del resto di inconvenienti ne capitano sempre…ma parlare di paura è troppo”
Giu
: “L’episodio che voglio citare io invece riguarda entrambe, purtroppo. Eravamo a Parigi la notte dell’attentato e proprio nel momento delle sparatorie eravamo in giro nel quartiere di Montmartre a cenare con un amico che vive lì. Ci trovavamo vicino alle zone calde, anche se sul momento non ci siamo realmente rese conto di cosa stesse succedendo. La paura è arrivata dopo, soprattutto quando abbiamo appreso dal telegiornale che sembrava volessero colpire anche il nostro quartiere. Ci siamo barricate in hotel, abbiamo aspettato la mattina e abbiamo preso il primo aereo per tornare a casa.
Parigi sembrava stregata, silenzio, quasi nessuno in giro…”

7) Come scegliete la destinazione del vostro viaggio ?
Giu
: “Io ed il mio fidanzato abbiamo fatto un accordo: ci alterniamo ogni anno per la scelta del viaggio estivo, che per noi è il più importante e lungo dell’anno. Per gli altri invece decidiamo insieme”
Gio: “Cerco luoghi il più possibile genuini e poco occidentalizzati. Detto questo anche l’aspetto economico ha il suo peso…”

8) Quali sono gli accessori che proprio non possono mancare in valigia?
Giu:” Il phon e la piastra! Sembrerò pazza ma i miei capelli non ne vogliono sapere di stare al loro posto e con quegli affari da hotel sembrerei il Re Leone. Poi un libro, non so perchè ma ho sempre avuto la necessità di portarmene dietro uno in ogni spostamento”
Gio: “Ma basta con sti capelli!!! Invece per me una mappa, una gopro ed una reflex, tutto il resto si può comprare!”

9) Avete delle scaramanzie di viaggio?
Giu: “Io vivo di gesti scaramantici… confesso… Per esempio in aereo non tocco mai il foglietto con le istruzioni in caso di emergenza”
Gio: “Ahahaahha, ma dai!! Io nessuno”

10) Cosa rispondi alle persone che ti giudicano perchè viaggi molto ?
Giu: “A volte mi fanno sentire un po’ in difficoltà, poi però penso: ma se a me piace vedere il mondo invece che comprarmi una mega borsa firmata, che male c’è? Sembra sempre che chi viaggia molto sia quello che può gettare soldi dalla finestra… invece no! Perchè si può benissimo spendere poco e godersi lo stesso una bellissima meta!!”
Gio: “Fidati… è solo invidia!”

11) Quali sono i libri che ti hanno ispirato un viaggio?
Gio:“Non sono mai stati i libri ad ispirarmi un viaggio, sinceramente…”
Giu: “Io adoro quelli di Leslie Lokko. Tutte storie di donne ambientate in paesi dell’Africa meridionale, Sudafrica, India… Storie di ragazze provenienti da famiglie occidentali ma vissute in ambienti esotici. Lei mi fa venire un sacco voglia di viaggiare. Ma anche Garcia Marquez stimola la mia curiosità sulle credenze e le storie magiche del Sud America. Tutti posti che non ho ancora visto ma che sono sulla lista”.

libri

Ed ora si passa alle domande di Vale (Trip And Notes):

1) Se avessi disponibilità in termini di tempo e soldi, quale sarebbe il viaggio che ti piacerebbe realizzare?
Giu: ” Il mio sogno è girare tutti gli Stati Uniti… e con tutti intendo proprio visitare ogni Stato, dall’Alaska alle Hawaii… La Giorgia non approva questo tour, lei odia gli States!”
Gio: “Si si, vai pure da sola… io scelgo l’India, poi mi sposto in Nepal e faccio una capatina in Birmania….”
Giu: “Si, però si era detto solo uno…”

Gio: “E’ solo uno! Un giro molto ampio… ma uno!!”
2) Qual è il tuo rapporto con i social media in viaggio?
Gio:“Se c’è un wi-fi mi collego e aggiorno in tempo reale”
Giu
: “Cerco di collegarmi spesso in effetti, credo che la condivisione in tempo reale delle cose che vivo in viaggio sia importante ed apprezzata. Magari si tratta solo di una foto o un pensiero twittato. Quando non posso farlo direttamente chiedo l’aiuto da casa…. Giooo pubblica questo!!”
[Abbiamo già risposto alle altre e saltiamo alla…]
6) Qual è il paese, Italia esclusa, in cui hai mangiato meglio? E qual è il tuo piatto preferito tra quelli assaggiati in viaggio?
Giu: “Francia, assolutamente lei. Il piatto preferito? Non è un piatto ma sono le brioches francesi. Potrei mangiarne dieci senza batter ciglio. In effetti mi sono avvicinata a quel numero, al ritorno da un viaggio a Barcellona in macchina… in Provenza abbiamo avuto la brutta idea (per la mia dieta) di fermarci in una boulangerie… non ho saputo dire di no!”
Gio: “In Europa la Spagna, amo la paella…Altrimenti Saigon!”

7) Hai mai dovuto rinunciare ad un viaggio già prenotato?
Giu: ” Si a Londra, ma ho perso i soldi solo del volo per fortuna…!”
Gio: “No io no per fortuna…”

8) Hai mai affrontato un cosiddetto “viaggio della speranza” con spostamenti biblici in cui tutto quello che poteva andare storto è andato storto?
Gio: “Vale una attesa di 6 ore all’aeroporto di Doha?”
Giu
: “Forse il viaggio d’andata in Islanda. Una cosa come quattro scali, ore di attesa e bagaglio ovviamente sperduto chissà dove. Sono rimasta due giorni con poco più di un ricambio di biancheria, uno spazzolino e un maglione a metà con mio padre…”

9) On the road su auto a noleggio o spostamenti sui mezzi locali: cosa preferisci?
Giu: “Per me l’on the road è in macchina a noleggio, amo la libertà di decidere dove, quando e se spostarmi”
Gio:” Sono d’accordissimo. Sui mezzi si perde troppo tempo e si perdono molte cose interessanti nel mezzo della tratta. Auto a vita!”

10) Visto che siamo vicini all’estate, che viaggi hai in programma nei prossimi mesi?
Giu: “Questa estate toccava a me decidere e si andrà in…. Andalusia!! Ciao gente, domani vò in Spagnaaa, olè! (citazione per chi ama Pieraccioni ed il Ciclone)”
Gio:”Ehhh io il mio viaggio l’ho già fatto e sta per terminare… Thailandia nord occidentale (Chiang Mai, Lamphung, Lampang…) e mare a Koh Phangan! Ovviamente sarà a breve tutto sul blog!”

sunflower

Ed ecco le domande di Lucrezia e Stefano di In World Shoes:

1) Qual è stato il primo viaggio che hai fatto?
Giu: “Sicuramente sono andata in Sardegna dai parenti… ma avrò avuto forse un anno.. non me lo ricordo ovviamente e mi è stato riferito ;)”
Gio:”Egitto, in barca sul Nilo. Stupendo!”
[Saltiamo la due, abbiamo già risposto]
3) Fra tutti i musei che hai visitato, ce n’è uno che ti ha colpito particolarmente e perché?
Giu: “Mi è piaciuto molto il Museo della Scienza e della Tecnica di Monaco di Baviera. Non lo immaginavo così ma, per come sono presentate le cose, è davvero interessante”
Gio: “Il museo di Marrakech che, oltre alle opere contenute, ha delle pareti ed una architettura che sono esse stesse l’opera”

4) Il viaggio on the road più bello che hai fatto fino ad ora.
Giu: “Irlanda!! Bellissima, verdissima e magica terra dei leprecauni.”
Gio:”Difficile… sono tutti on the road i miei viaggi… ripeto Marocco! Sono passata dalle città, al deserto, alle montagne ed infine al mare con una varietà di scenari ineguagliabile..:”

Giu: “Mi hai promesso che mi ci porterai in Marocco…”
Gio: “Si, certo! E credimi ti innamorerai!”
5) Se dovessi scegliere tre canzoni che per te rappresentano “il viaggio” quale sceglieresti?
Giu: “Giorgia ti è vietato rispondere Strada Facendo di Baglioni!! Vi pare che a 30 anni questa ragazza impazzisca dietro a Claudio Baglioni?? manco mia madre…. ”
Gio: “Ohhh Claudio!! 

Giu:” Ecco appunto… Rispondo io… Wind of Change degli Scorpions, Drive degli Incubus, All summer long di Kid Rock. Ho l’anima molto rock.. mi dispiace…”
6) Andresti a vivere all’estero? se sì, dove?
Gio: “Certo!! Ma sarebbe una scelta dettata dalla necessità di un cambiamento drastico, quindi niente Europa o America… mi sposterei ad est verso la Thailandia” 
Giu:”Non so se sarei pronta per un passo del genere.. sono attaccata alla famiglia, anche se non lo dimostro, e farei fatica ad allontanarmi tanto. Però potrei trasferirmi a Parigi, quello si. Non è lontano, parlo già bene la lingua, amo la cucina, adoro la città… mi sentirei a casa insomma!”

7) Preferiresti dormire in una casa sull’albero o in un igloo in Lapponia?
Giu: “Scelgo l’igloo… sai che bello vedere l’aurora boreale??”
Giu: “Si ma è freddo quindi io scelgo l’albero!”

tree

Ora del domande di Mafalda, con il suo blog anticonvenzionale L’Antiguida:

1) Ti é mai capitato ti essere preso poco sul serio quando dicevi di essere un Travel Blogger? Come hai reagito?
Gio: “Molto spesso… purtroppo chi si interfaccia con queste nuove realtà spesso tende a sminuirle.. io mi faccio una bella risata!! Resto felice ed orgogliosa di quello che faccio”
Giu: “D’accordissimo”
2) Sei riuscita a farne di questa passione un lavoro o resta ancora un hobby?
Giu: “Per ora è assolutamente un hobby, domani chissà…”
Gio: “…si, che occupa il tempo di un lavoro a volte…”
3) Tre cittá che hai visitato e che consiglieresti per un viaggio in solitaria?
Gio “Barcellona sicuramente! Ma anche la nostra Assisi… per la spiritualità che si respira e che si potrebbe voler vivere da soli con sè stessi”
Giu: “La terza la dico io allora: Copenaghen. Si può pensare che sia una città fredda, chiusa, tipicamente nordica… invece è tutt’altro! Piena di giovani, di luoghi dove fare conoscenze ed in generale di un’allegria che non farebbe mai sentire soli!”
4) Preferisci viaggiare da sola o in compagnia?
Giu: “In compagnia sinceramente, anche se mi affascina ascoltare le esperienze di chi viaggia solo…”
Gio: “No, per me viaggio significa condivisione… quindi da sola non partirei mai! Certo, bisogna scegliersi bene i compagni in base a cosa ci aspettiamo dal viaggio stesso”
5) Come reagisci agli imprevisti di viaggio?
Gio: “Come primo impatto malissimo… Comincio a dirmi <<Ecco, mi rovinano tutti i piani!!>> Poi, come tutto nella vita, mi rendo conto che li devo prendere come uno stimolo, un modo per entrare ancor di più nell’esperienza che sto vivendo”
Giu: “Stranamente, data la mia proverbiale negatività, cerco sempre di vedere il lato positivo…tanto ormai siamo in ballo, mi dico…”
6) Hai mai sentito parlare di slow travel? Che ne pensi?
Gio: “Cos’è?”
Giu: “No, ci andremo ad informare…”
7) La tua formazione da blog é da autodidatta o hai seguito dei corsi?
Giu: “Nessun corso ma tante, tante letture di altri bloggers. E non solo di viaggi…”
Gio: “Io invece era raro che leggessi blog prima, diciamo che sono entrata in questo mondo grazie alla mia amica!”
8) Una lingua che ti piacerebbe imparare?
Gio: “Mi affascinano le lingue orientali…”
Giu: “Si Gio, ma prima perfezioniamo l’inglese??”
Gio: “ahahahah, in effetti sarebbe meglio partire dalle cose fondamentali!!”
Giu: “A me piacerebbe un sacco imparare bene lo spagnolo invece…”
9) Dove festeggeresti il tuo prossimo compleanno?
Giu: “Aspetta, aspetta Gio!! Rispondo io per te…. Asia!”
Gio: “Bravissima!!! Ahahahah, non mi smentisco e aggiungo in una caratteristica home stay! Tu invece… provo ad indovinare… Los Angeles??”
Giu: “…si mi piace!! O anche Cuba.. Lisbona…”
10) Un posto in cui non andreste mai?
Gio: “Difficile… vorrei andare ovunque e fare esperienze in ogni luogo.. ad oggi penso che mete sul genere di Ibiza siano in antitesi con il mio modo di essere e di pensare al viaggio… quindi si: ad oggi non andrei mai ad Ibiza!”
Giu: “Tra tutto il mondo il posto con cui devo fare pace mentalmente è la Germania, non mi attira per nulla!”
11) Che tipo di viaggio preferite tra uno lussuoso e uno spartano, magari On the Road?
Gio: “Noi siamo per gli on the road!”
Giu: “Si si confermo!”
Gio: “Magari non troppo spartani… :)”

DPNQ3PEKA0

E per la fine ci siamo tenute le domande di Tiziana de La Valigia in Viaggio che ci ha rigirato quelle inventate da un’altra frizzante travel blogger, Orsa nel Carro. Ecco il suo originalissimo elenco:

1) Se dovessi regalare un voucher a tua suocera, opteresti per un volo Oceanic 815 oppure una notte all’Overlook Hotel?
Giu: “Mia suocera odia volare.. quindi sarei bastarda a dire la prima, anche se con Sawyer accanto io avrei scelto ad occhi chiusi… Quindi le regaliamo la notte all’Overlook!”
Gio: “Ma facciamole viaggiare in prima classe sull’Oceanic!!!”

2) In partenza per un viaggio intorno al mondo, chi vorresti trovare sotto casa ad aspettarti: Donald Trump sul suo jet privato o Briatore con il suo mega yacht? Ok, questa è bastarda!
Gio:”Un terzo riccone non c’è??”
Giu: “No no, per me è semplice! Scelgo lo yacht tutta la vita! (vi ho mai detto della mia passione per barche, gommoni, natanti e affini?! Sono andata a tutti i saloni nautici degli ultimi anni!!!) però Flavio lo lasciamo alla Gregoraci, che c’hanno da fare tra Billionaire e programmi tv… Con un bel <<Sei fuori!>> lo abbandoniamo sul pontile!”

3) Se potessi viaggiare nel tempo, in quale epoca ed in quale paese andresti?
Giu:”Nel 42, sotto le bombe della Seconda Guerra Mondiale per vedere come si sta… Scherzo scherzo!! Forse volerei in America, prima dell’arrivo di Colombo per vedere la vera vita dei Navajo”
Gio: “Non ne ho la più pallida idea…ahahahah!”
4) Qual è la password del tuo conto PayPal? Ok questa domanda è opzionale, la riformulo: ti è mai capitato di dover annullare un viaggio già pagato in anticipo (volo+hotel)? Se si, la tua reazione in due parole.
Giu: “Allora la password è zeta grande… se se…. vi piacerebbe!! Si mi è capitato di annullare un viaggio, come dicevo prima, con destinazione Londra. Fu colpa del vulcano Eajafiallokulchicavolosiricorda … Ma per fortuna dovevo andare a trovare un’amica che si era trasferita li per un anno quindi non avevo prenotato altro!”
Gio: “Per fortuna no! E facciamo le corna…”
5) Ti perdi nella savana, il compagno di viaggio che più vorresti al tuo fianco in quel momento: Lara Croft, Indiana Jones o Piero Angela?
Giu:”E se non avessi mai visto un film di Indiana Jones…? Lo so, lo so… adesso mi arriverà una pioggia di improperi!!!
Gio: “Ma starai mica scherzando??? Ma dove vivi??? Indiana tutta la vita!!!”
Giu: “Oh, che ci devo fare?? Non mi hanno mai proposto di guardarlo! Facciamo così scelgo Indiana così mi racconta cosa è successo nei film!”
6) In cambio di fama e successo mondiale come blogger, te la sentiresti di sfregiare la Gioconda? Dai, la verità!
Giu: “Io quasi quasi… ma lo farei per poter viaggiare sempre e dovunque, non per soldi e successo!!”
Gio: “Si dai, che quella al Louvre è una copia…”
7) A tutt’oggi nessuno è mai riuscito a spiegare a cosa servano le tre conchiglie che Silvester Stallone trova in bagno nel film “Demolition Man”. Stupisci il web e svelaci il mistero.
Giu: “Mettiamo Stallone insieme ad Indiana Jones… mai visto il film!! Serviranno di estetica… bagno, azzurro… due conchigliette carine… no eh?!”
Gio: “Mai visto il film…”
8) Un blogger che stimi (risposta obbligatoria: OrsaNelCarro), uno che invidi, uno che odi.
Giu:”Stimo davvero molti blogger che ho conosciuto in questi mesi di inizio della nostra avventura. Stimo in particolare chi ci mette passione e dedizione, nonostante il blog non sia la sua attività a tempo pieno e chi non si fa abbattere dalle leggi dei grandi numeri e continua a pubblicare. Invidio molto chi ha saputo trasformare tutto questo in un lavoro, chi non ha problemi a riprendersi in faccia e ad aprire un canale Youtube, mentre odio gli arrivisti, ma quello anche nella vita…”
Gio: “Sottoscrivo….”
9) Viaggeresti su una nave da crociera con partenza Southampton, direzione NY?

Gio:“Non si dice di no ad un viaggio!! Magari cambiamo rotta??”
Giu
: “Oppure controlliamo solo che il comandante non sia Schettino (come dice Tiziana) e installiamo un bel radar di ultima generazione!” 

10) A quale di queste domande mi hai bestemmiata?
Giu: “Solo in quella su Indiana Jones, perchè tra Giorgia ed il mio fidanzato, mi hanno guardato talmente male leggendo la risposta, che hanno minacciato di rinchiudermi un weekend in casa per una full immersion di recupero… e io che volevo andare al mare!!”
Gio: “No ma per fortuna che questa grave mancanza è venuta fuori! Anzi grazie e scusatela….non sa quello che dice!”

Bene, se siete giunti sani e salvi fino a qui… Complimenti!! Controllate l’orologio perchè mi sa che sia almeno passata mezz’ora da quando avete iniziato a leggere… speriamo di non avervi fatto fare tardi a qualche appuntamento!

orologio

Anche noi abbiamo scelto i nostri Nominati!!
Alcuni li conosciamo già e seguiamo i loro blog, altri invece li abbiamo scoperti da poco, grazie soprattutto a Twitter. In entrambi i casi siamo curiosissime delle loro risposte!!

Eccoli qui: 

 

Ed eccovi le nostre domande:

  1. Come organizzi il tuo viaggio? Usi principalmente guide, forum, blog o siti internet ufficiali?
  2. Hai mai viaggiato da “back packers” (zaino in spalla)?
  3. Con chi non vorresti mai fare un viaggio e perchè?
  4. Valigie il giorno della partenza o meglio iniziare settimane prima?
  5. Nave rompighiaccio in Norvegia o camminata nella Foresta Amazzonica?
  6. Se dovessi proprio scegliere, in quale albergo di Las Vegas sceglieresti di passare la notte?
  7. Quando viaggi all’estero e trovi degli italiani come reagisci? Ti senti a casa o sei seccato?
  8. Ti è mai capitato di scendere da un aereo per problemi tecnici prima della partenza?
  9. Hai mai rubato qualcosa da un hotel?
  10. Racconta un aneddoto di viaggio al quale sei particolarmente legato. 

E con questo è tutto ragazzi!! 
…ah dimenticavamo le regole…

Regole del Liebster Award:

1- Ringraziare il blog che ti ha nominato ed assegnato il premio, linkando il suo blog nel tuo post.
2- Inserire il “widget” o “gadget” del premio nel tuo post.
3- Rispondere alle domande che i blogger ti hanno posto
4- Premiare a tua volta 10 blogger
5- Formulare 10 domande per i candidati che hai menzionato
6- Informare i blogger del premio assegnato
7- Indicare le regole

Vi mandiamo un grosso bacione e vi lasciamo con questa frase che, per noi, qui calza a pennello! 

Condividere ti rende più grande di quello che sei.
Più dai agli altri, più vita sei in grado di ricevere.

SONY DSC

 

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

17 Comments

  1. Mi piace molto il vostro modo di raccontare le cose da due punti di vista!
    Le cavallette sono state offerte anche a me in Messico, ma non ho proprio avuto il coraggio di assaggiarle. E dire che in linea di massima assaggio tutto, ma ho il terrore degli insetti 😉
    Buona serata, Silvia.

    • Ciao Silvia!
      Guarda io non so come faccia la Giorgia anche solo a sedersi davanti a quel piatto di insetti fritti. Ho i brividi solo al pensiero…

  2. Ciao ragazze!!!
    Siete fortissime, le vostre risposte mi hanno divertita tantissimo!:)

    Grazie mille per la nomination!! Sono super felice!!

    Vi mando un abbraccione e mi metto subito all’opera nelle risposte;)

    Carlotta

    • Carlotta ciao!!
      Ma grazie mille, non vediamo l’ora di leggere le tue risposte!
      Un bacione, a prestissimo 😀
      Giulia

  3. Caspita quanto avete viaggiato!
    Aver costruito questo post insieme e, dalla Thailandia, è un’evoluzione da circo, complimentoni! 😉
    Grande tuo padre Giù!
    Madò anche io odio quei “cosi” degli hotel.
    Non sapevo che eravate a Parigi quel giorno, posso solo immaginare il vostro stato d’animo…
    Come si fa a non amare già la parola stessa: boulangerie!?
    Hahahaha nel42sottolebombe hahahahah!!! Sai che sono stati in tanti a rispondere al tempo dei nativi?
    Ohhh finalmente qualcuno che risponde si alla domanda 6!
    Assolutamente, propongo una cura intensiva via endovena, una maratona di film di Indiana Jones. Se volete passo io da voi a legarla sul divano! 😀
    Ah, per me nave rompighiaccio in Norvegia tuttalavita!!!
    Un grande abbraccio ragazze!
    Daniela

    • Ciao Daniela!!
      Anche io nave rompighiaccio… sai che è un sogno mio e del mio moroso da sempre? Per quello ho fatto la domanda, son sincera!
      Un abbraccio anche a te!!
      Giu 🙂

  4. Innanzitutto grazie per aver partecipato all’iniziativa. E’ bello leggerci e scoprire qualcosa in più sulla filosofia di viaggio altrui… e poi abbiamo scoperto che anche tu Giulia sei un’anima Rock come noi !

  5. Super risposte ragazze! Andremo sicuramente ad ascoltarci le canzoni che ci hai consigliato, ci piace l’anima Rock! 😉
    Che bella l’Irlanda on the road, ma devo dire che anche il Marocco ci attira tantissimo! Anche se ora come ora di on the road non se ne parla…. Ehhhh maledette carte di credito! -.-”

    Un bacione a voi <3

    • Si gli on the road costicchiano… però sono quelli che ti danno più soddisfazioni!
      Una bella playlist rock su Spotify, si ingrana la prima e via andare! Noi ormai siamo abbonati a questo stile di viaggio!
      Un bacione ragazzi

  6. Divertentissime le vostre risposte! Anche noi andremmo nell’ America dei Navajo se avessimo la macchina del tempo! Anche io ho un debole per i croassaint e simili, quando eravamo in Francia ne compravamo sempre 3 4 tipi diversi e non avevamo fame fino al pomeriggio! Arrivare in Islanda é stato uno sbattimento bello e buono ma ne é valsa la pena! !! No? Un’ ultima cosa, grazie s Daniela l’Overlook sarà al completo quest’estate! !!😂😂😂

    • Vero vero, in un periodo di forte crisi sarà l’hotel stranamente sempre pieno… Intanto noi ci godiamo i croissant 😉

  7. Io ragazze sono morta dal ridere!!! Ma morta morta!!! E poi diciamolo…nemmeno io ho proprio visto quella sequela di film! Magari con Indiana ci ho pure provato ma, come diceva il capitano del Titanic, qualcosa nel nostro rapporto fa acqua.
    Grazie per la nomination e grazie per il “centaura”: l’ho apprezzato molto.
    Prossima settimana mi metto e scrivo tutto!
    Vi abbraccio,
    Claudia B.

    • Ahahhahah Claudia siamo felici di averti fatto divertire!!
      Ed io in particolare sono contenta che ci sia qualcun’altro che quei film non li tollera proprio!
      Dai dai, che siamo curiose delle tue risposte!!! 🙂
      Bacioni, Giulia

  8. Ragazze, siete davvero molto simpatiche. Adoro il modo in cui riuscite a essere presenti entrambe, ciascuna col proprio Io (oh, ho studiato psicologia, si è capito, no!?) Non vi nascondo il velo di tristezza a pensarvi a Parigi quella famosa notte. Vabbè, ma poi mi sono ripresa subito andando avanti con la lettura. Oh, aspetto con ansia il racconto della Thailandia…visto e considerato che… prossimamente… pare che debba andarci anch’io! Un caro abbraccio!

    • Tiziana grazie!! Abbiamo cercato di metterla in ridere come ci piace spesso fare…
      Sulla Thailandia avrai presto nostre notizie e vedrai che nel tuo viaggio te ne innamorerai come è successo a Giorgia!
      Un bacione!

Rispondi