//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

Ed eccomi a raccontarvi dell’Holi, la celebrazione più vivace, pazza ed incredibile a cui abbia mai partecipato.

La festa dell’ Holi in India.

Quest’anno si festeggerà l’1 e il 2 marzo e ve ne scrivo qui sul blog…. Già perché l’anno scorso mi trovavo anche io per le strade di Jodhpur e Jaisalmer a lanciare polveri colorate!!!

COSA SIGNIFICA L’ HOLI

Cominciamo sottolineando che quella dell’Holi è una festa religiosa, una festività Induista per l’esattezza, nella quale si celebra l’arrivo della primavera.

Anche se si tratta di una festa induista, tutti sono chiamati a prenderne parte: viaggiatori, turisti e agnostici compresi!
Tutti sono invitati a buttarsi nel vortice di divertimento e follia che si crea per le strade nei quasi due giorni di festeggiamenti.India Treno

E non bisogna tralasciare neanche l’allegria che si respira nei giorni precedenti, quando le strade si riempiono di venditori di polveri colorate. E’ impossibile trovare una bancarella o un negozietto che, in aggiunta agli oggetti solitamente venduti, non abbia sacchettini pieni di polvere blu, gialla, rossa, verde e fucsia!

CHE LA FESTA DELL’ HOLI COMINCI

La celebrazione dell’Holi ha inizio la sera.

Già durante tutta la giornata, per le strade, gruppi di bambini, ragazzi e uomini di ogni età si cimentano nella costruzione delle pire di legna. Saranno i falò che bruceranno durante la serata di festa.
Abbiamo visto davvero tantissime pire più o meno grandi! E’ come se ogni quartiere costruisse la sua, per poi riunirsi tutti, la sera, attorno a quel falò per dare inizio alla celebrazione dell’Holi.

IL SENSO DEL FALO’ DURANTE L’ HOLI

Durante la prima sera di festa nel falò vengono bruciate cose vecchie e un’immagine del demone Holika (ad essere sinceri questo l’abbiamo solo letto: onestamente non ci siamo resi conto che nel fuoco venisse bruciata un’effigie demoniaca!…. ma in quel caotico turbinio di gioia e confusione non possiamo essere sicuri di ciò che abbiamo visto!).

In questo modo si richiama la storia di “Holika dahan”, che significa la morte di Holika e che simboleggia la vittoria del bene sul male: nel mito si racconta infatti che il demone Holika fu arso vivo grazie all’aiuto del Dio Vishnu.

HOLI: LA FESTA DEI COLORI

Con l’accensione del falò ha inizio la festa dell’Holi che si protrae per tutta la notte e la giornata successiva. I festeggiamenti culminano nel lancio delle polveri colorate, ciò che ha reso internazionalmente famoso l’Holi, che infatti è famoso con il nome di “festa dei colori”.

In questa giornata le divisioni sociali, fortissime nella società indiana, si annullano. Per un giorno tutte le persone, uomini, donne senza distinzione di età né di casta, festeggiano insieme per le strade.

LE POLVERI COLORATE DELL’ HOLI

Naturalmente anche le polveri colorate, il cui nome tradizionale è Gulal, hanno un’origine ed una spiegazione mitica, legata alla religione Indù.

Si racconta che da giovane, il Dio Krishna, fosse disperato per il colore della sua pelle (anche nelle raffigurazioni Krishna ha sempre la pelle blu). Così sua madre un giorno gli consigliò di colorare di qualunque colore volesse, la pelle di Radha, la ragazza di cui Krishna era innamorato. Si racconta che il ragazzo colorò il viso di Radha e da quel momento i due divennero una coppia indivisibile.

Ancora oggi ad ogni colore è attribuito un significato: il blu è il colore del Dio Krishna, il verde ad esempio simboleggia i nuovi inizi….

VIVERE L’ HOLI DA TURISTI

L’atmosfera che abbiamo respirato durante quelle giornate è difficile da raccontare, è un qualcosa che non si può neanche lontanamente paragonare ai nostri festeggiamenti di fine anno, non ne ha la stessa vivacità, la stessa carica… forse il paragone più vicino alla nostra esperienza che riesco a portarvi è stata la vittoria ai mondiali di calcio del  2006.
Ricordo che il centro di Bologna era invaso da un mare di gente festante, ragazzi, uomini più o meno giovani, bambini….

Author

Nella vita lavoro in un istituto di credito ma la mia vera passione è viaggiare. Soffro di mal d'Asia, amo la parte orientale del mondo e sono una visitatrice compulsiva di Chiese. Qui racconto le emozioni dei miei viaggi, quelle che mi fanno sorridere ogni giorno.

2 Comments

  1. Bellissimo questo articolo e straordinaria questa festa, adesso capisco da dove hanno copiato la colour run!!!

  2. lasimoinviaggiogmailcom Reply

    Bellissima esperienza e mi avete fatto conoscere meglio una festa di cui avevo sentito parlare ma che non conoscevo bene! Che meraviglia tutti questi colori e questa allegria!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: