Partendo dai primi lidi di Ravenna fino alle Marche, la Riviera Romagnola è forse il luogo di vacanza estiva più famoso d’Italia. In realtà è difficile descriverla in poche righe: ha una storia e vibrazioni uniche che solo visitandola si possono cogliere.

La Costa Romagnola è un luogo di mare decisamente diverso dagli altri.
Non ha spiagge incontaminate, anzi forse è famosa per quanto sono affollate, non ha l’acqua cristallina e di certo non è costruita in pieno rispetto della natura circostante (mai visto il grattacielo di Cesenatico?). Però mantiene da decenni ha un’anima forte che ti abbraccia ogni volta che ci ritorni.

LA STORIA DELLA RIVIERA ROMAGNOLA

La Romagna è sempre stata, per noi che venivamo dalla città, il luogo dove passare i mesi estivi. Quel periodo che iniziava con i primi caldi di giugno e che settembre si portava via con tristezza.
Tre mesi di risate, passioni, primi amori e prime volte. Giorni in cui potevi goderti i parenti, tutti stretti nelle case che si dividevano tra nonni e cugini, senza sentirsi mai “in troppi”.

Qui, dal secondo dopoguerra, il turismo ha davvero modificato non solo la conformazione urbanistica ma soprattutto le menti di quelli che vi abitavano. Quasi ogni famiglia ha trasformato la sua casa in una pensione estiva, dove accogliere i turisti delle città come fossero parenti e tenerli con se’ per mesi. Operai trasformati in albergatori, massaie impegnate ogni giorno in cucina per gli ospiti. Così sono nate delle vere e proprie connessioni tra villeggianti e residenti: un turismo lento, ben diverso da quello fulmineo e impersonale che tendiamo oggi a mettere in pratica.

Con gli anni iniziano ad arrivare i tedeschi e l’offerta turistica si amplia a tal punto da far crescere quelli che erano piccoli paesini, in vere e proprie cittadine.
Dalla patriarca Rimini ci si allarga verso i lidi ravennati: nascono nuovi comuni, come Milano Marittima, completamente inventata da imprese della Lombardia, del Veneto e dell’Emilia Romagna. Le pensioni si trasformano in alberghi, chi già frequenta la Riviera comincia ad acquistare le case e gli stabilimenti balneari si trasformano in oasi sempre più lussuose.

PERCHÉ’ PASSARE LE VACANZE IN RIVIERA ROMAGNOLA?

Nonostante tutto la Riviera Romagnola rimane il luogo della nostra infanzia, quello dove le nonne ti obbligavano a fare il bagno in mezzo alle alghe perchè “fanno bene alla pelle”. Quello dei parchi divertimenti, delle sale giochi e delle ore passate in pedalò a tuffarsi con gli amici. Il luogo delle prime cotte ma anche delle prime sbronze. Quello dei mini golf e delle discoteche con i deejay più famosi d’Italia.

spiaggia di bellaria igea marina

La Riviera Romagnola è il posto perfetto per tutti.
I bambini che si divertono sui giochi da spiaggia più enormi che esistano mentre i genitori se la passano tra aperitivi, partite di beach tennis e chiacchiere con gli amici.
I ragazzi che si ritrovano ogni estate per vivere nuove avventure, vivere i primi amori e stare fuori fino a tardi.
Le coppie che si godono i ristoranti romantici o ballano nelle discoteche, mentre i single puntano le loro prossime conquiste offrendo drink a manetta.
E i nonni! Quanti di loro migrano ogni inizio estate nella loro casa delle vacanze! Per passeggiare sotto le pinete, prendere la bicicletta e farsi un giro al mercato o una giornata di pesca.

La Romagna mette d’accordo tutti e per questo funziona da sempre.

CONOSCERE LA RIVIERA ROMAGNOLA CON LIBRI E FILM

Tanto è stato scritto su di lei, ma io vi consiglio di acquistare due libri dell’autore Vittorio Costa che descrivono perfettamente lo spirito di chi, fin dagli anni 50, ha cominciato a popolare le coste romagnole. Dancing Verde Luna e Pensione Sorriso, due romanzi divertenti che vi terranno incollati alle pagine facendovi spesso ridere di gusto.

E’ così che la Costa Adriatica, pur con tutti i suoi difetti, è riuscita a diventare un cult per moltissimi. E’ così che è riuscita a reinventarsi con una carica attrattiva sempre più potente. Tant’è che ancora oggi va di moda e ancora ispira film e serie tv come Summertime e Sotto il Sole di Riccione su Netflix.

LE MIGLIORI SPIAGGE DELLA RIVIERA ROMAGNOLA

L’Emilia Romagna presenta una lunga costa sul Mare Adriatico, dolce ed accessibile con sabbia dorata e ottimi stabilimenti balneari. La Riviera Romagnola in particolare si estende per oltre 100 km dalle prime sabbie di Casalborsetti fino al limite con le Marche situato tra Cattolica e Gabicce Mare.

Le spiagge dove scegliere di passare le vacanze sono tante, ma ogni luogo attira una diversa tipologia di vacanzieri in cerca di differenti stili di svago.

Le più famose ed apprezzate sono:

  • SPIAGGIA DI CATTOLICA: perfetta per le famiglie.
    Il mare della zona sud della Romagna è certamente più trasparente e grazie ai frangiflutti posti al largo diventa sicuro per i bambini di ogni età. A Cattolica le spiagge sono lunghe e la maggior parte degli stabilimenti è stata rinnovata negli ultimi anni.
  • SPIAGGIA DI MARINA DI RAVENNA: relax e svago per le coppie
    A Marina di Ravenna prima dell’accesso alla spiaggia si estende una lunga pineta che è possibile percorrere a piedi o in bicicletta fino alla vicina Punta Marina. In molti la scelgono per i bagni che organizzano happy hour fino alla mezzanotte.
  • SPIAGGIA DI MILANO MARITTIMA: perfetto per i giovani e chi cerca un po’ di lusso.
    Milano Marittima è da decenni la località scelta dai Vip nostrani, forse più per “farsi notare” che per passare qualche ora di mare. Il piccolo paese si è adeguato alle richieste facendo nascere stabilimenti alla moda, dotati di ogni tipo di confort. Qui nella maggior parte dei bagni si balla a musica alta dal tramonto all’alba.
  • SPIAGGIA DI CERVIA: ideale per chi vuole confort senza troppa confusione
    Vicinissima alla precedente Milano Marittima, la spiaggia di Cervia è certamente meno caotica ma al tempo stesso davvero ben organizzata. Diventa la scelta perfetta per chi vuole stare vicino al divertimento senza subirne la continua confusione.
  • SPIAGGIA DI CESENATICO: ideale per famiglie e coppie.
    Nonostante molti ritengano più caratteristico il centro di Cesenatico e la sua Darsena antica, anche la spiaggia è molto amata. La lunga pista ciclabile la rende facilmente accessibile anche da chi soggiorna un po’ più lontano e gli stabilimenti sono forse i più organizzati di tutta la costa.
  • SPIAGGIA DI RICCIONE: perfetta un po’ per tutti.
    Qui gli orari sono aboliti e gli stabilimenti rimangono sempre aperti. La passeggiata sul lungomare permette di scegliere tra le diverse tipologie di servizi offerti. Qui si trova di tutto: piscine in spiaggia, palestre sulla sabbia, mezzi parchi divertimento per bambini. Nonostante Riccione sia la patria delle discoteche, la spiaggia è meno caotica di quella delle sorelle di Ravenna.

DOVE TROVARE SPIAGGE LIBERE IN ROMAGNA

Anche la Romagna ha un numero notevole di spiagge libere. Purtroppo, a differenza della maggior parte d’Italia, queste sono spesso piccole e incastrate tra uno stabilimento balneare e l’altro. Questo rende difficile trovare luoghi incontaminati lontani dalla folla e dalla confusione.

Ma ci sono delle splendide eccezioni:

  • SPIAGGIA DELLA BASSONA: tra Lido di Dante e Lido di Classe, essa si colloca alle foci del fiume Savio. Molto amata da chi cerca una natura intatta e da chi vuole abbinare al mare la visita della Riserva Naturale del Bevano. Legambiente l’ha inserita tra le più belle d’Italia. La spiaggia è lunga ma occhio alla parte più a sud: da un certo punto inizia la spiaggia nudisti di Lido di Dante.
  • SPIAGGIA DELLE TAMERICI: a Cesenatico, in particolare nella località di Valverde, è nata forse la spiaggia più bella e particolare di tutta la Costa Adriatica. E’ una spiaggia a libero accesso e totalmente gratuita ma è organizzata come uno stabilimento balneare a bassissimo impatto ambientale. Gli ombrelloni diventano alberi potati per dare ombra, le docce si riscaldano con il calore del sole e tutti i materiali presenti sono provenienti da fonti di riciclo.
  • SPIAGGIA DI BEKY BAY: ad Igea Marina la spiaggia libera si trasforma spesso in location per concerti, raduni ed eventi all’aperto. Può essere carino farci un salto per scoprire cosa è stato organizzato.
  • SPIAGGIA DI RIMINI: la zona balneare libera è proprio attaccata all’imbocco del porto e a Piazzale Boscovich. E’ abbastanza grande e spesso presa d’assalto dai ragazzi nelle ore pomeridiane.

GLI STABILIMENTI BALNEARI PIÙ FAMOSI DELLA ROMAGNA

I romagnoli si sa, hanno inventato il parco divertimenti in spiaggia. Gli stabilimenti che oggi vediamo sono il frutto della combinazione di ogni esigenza possibile che l’ospite potrebbe desiderare.
Chi non vuole fare il bagno in mare può farlo in piscina, chi si vuole allenare trova pesi e attrezzi da palestra, i bambini giocano su castelli e gonfiabili più alti di una casa e si può mangiare e bere come in un ristorante di alto livello. L’esperienza di una vacanza in Romagna conseguentemente non può che essere rilassante.
Questi sono gli stabilimenti che negli ultimi anni si sono guadagnati una particolare menzione per le loro offerte:

  • PAPEETE BEACH DI MILANO MARITTIMA: la discoteca più famosa della Romagna conquista con i suoi dj set anche la spiaggia.
  • BOCA BARRANCA DI MARINA ROMEA: arredato come un locale di Ibiza, una cucina molto apprezzata e dell’ottima musica ricercata.
  • SINGITA DI MARINA DI RAVENNA: arredamento etnico e letti a baldacchino in spiaggia. Qui il vibe è più orientale e si fa l’aperitivo al tramonto seduti sui cuscini sulla sabbia.
  • DONNA ROSA DI MARINA DI RAVENNA: un altro ristorante vero e proprio sulla spiaggia, scelto dai giovani per la cura dei dettagli e dai single per fare nuovi incontri.
  • FANTINI CLUB DI CERVIA: il paradiso degli amanti dello sport in riva al mare. Si può giocare ad ogni cosa nei 12 campi allestiti: basket, paddel, beach tennis, teqball, racchettoni… Ma anche rilassarsi con yoga o provare ad usare la tavola da sup e fare palestra. Naturalmente non mancano gli eventi, come tornei e campionati di alto livello, da gustarsi sugli spalti.
  • STUDENT BEACH DI BELLARIA: ad ingresso libero ma solo se hai dai 16 ai 29 anni. Qui i “grandi” non li vogliono e l’atmosfera è ovviamente “scialla“.
  • TECNOSPIAGGIA DI IGEA MARINA: formalmente “Bagno Andrea 95” è la prima spiaggia smart con ombrelloni fotovoltaici, lettini con la connessione wifi e servizio di telesoccorso per i bagnanti. Se vi piace la tecnologia qui la trovate dappertutto.
  • AMARISSIMO DI LIDO DI SAVIO: eleganza e ottima cucina in un bagno curato e rilassante anche nei colori tenui scelti.
  • BOABAY DI RIMINI E BEACH VILLAGE DI RICCIONE: due parchi acquatici paradiso di tutti i bambini. Quello di Rimini è di fronte ai bagni dal 47 al 62 ed è galleggiante in mezzo al mare. Quello di Riccione occupa i bagni dal 134 al 136 e si trova sulla spiaggia, con scivoli e giochi d’acqua in piscina.
  • RICCIONE TERME: lo stabilimento per chi vuole abbinare il potere curativo dell’acqua termale allo iodio del mare. Qui si trova una piscina con acque provenienti dall’entroterra e tutti i servizi completi di una SPA.

ROMAGNA MARE PULITO: LA BANDIERA BLU

Nonostante quello che si può pensare vedendola, l’acqua della Riviera Romagnola è pulita. Certo, osservandola spesso si direbbe il contrario. Il colore non è certo cristallino come quello dell’Adriatico al Sud e spesso le alghe si accumulano sulla riva.

Nonostante l’aspetto la qualità dell’acqua, misurata dalle Agenzie per la protezione ambientale, è da anni confermata come molto buona. Inoltre le zone urbane circostanti, le aree naturalistiche ben tenute e l’ottima gestione dei rifiuti e della depurazione ne fanno un luogo consigliato per il turismo.

La Bandiera Blu, che riassume molti dei fattori già citati oltre che tenere conto di turismo sostenibile e di educazione ambientale , ha confermato anche quest’anno l’assegnazione a: Ravenna e Cervia, Cesenatico, Rimini, Bellaria-Igea Marina, Misano e Cattolica.

COME RISPARMIARE IN RIVIERA ROMAGNOLA

doe risparmiare in riviera romagnola: le località low cost

Tutta la Costa della Romagna offre numerose possibilità di vacanza per tutti i gusti e per tutte le tasche.
Solitamente la maggior parte degli alberghi prevede una formula all inclusive che comprende anche l’accesso alla spiaggia e attività di miniclub per bambini.
Ma oltre agli alberghi esistono da tempo numerosi b&b con sola colazione, perfetti per i ragazzi che amano mangiare con una piadina al volo, appartamenti in affitto di ogni metratura e naturalmente tantissimi camping.

LE LOCALITÀ CHE COSTANO MENO

Naturalmente la vasta offerta della Riviera porta alcune località ad essere considerate più low cost, non solamente per la questione del costo degli hotel ma anche per quel che riguarda stabilimenti balneari e ristoranti.

LIDI RAVENNATI: DOVE SPENDERE POCO

Partendo da Nord i lidi ravennati offrono il massimo del lusso nella località di Milano Marittima, dove gli appartamenti raggiungono cifre esorbitanti e due lettini possono costare oltre 35 euro al giorno.

Per risparmiare e restare vicino alla movida la scelta migliore è Punta Marina, comoda ai locali di Marina di Ravenna, oppure Pinarella di Cervia per raggiungere anche in bicicletta il Canale di Cervia e i suoi ristoranti. Infine Lido di Savio è per molti la scelta economica più vicina alle discoteche di Milano Marittima.

Per le famiglie in cerca di costi contenuti sono invece perfette Marina Romea e Lido di Classe, che ha anche numerose spiagge libere. Lido Adriano è molto cementificata ma si trovano ottime offerte anche vicino alle spiagge.

COME RISPARMIARE INTORNO A CESENATICO

Tutta la zona che sta tra Cervia e Rimini è da considerarsi di medio prezzo. Cesenatico stessa non ha cifre esorbitanti ma si può abbassare ancora la cifra scegliendo località come Gatteo a Mare, Bellaria e Igea Marina.
Qui la maggior parte degli hotel sfrutta la formula all inclusive, quindi oltre al costo della prenotazione difficilmente dovrete pagare altri servizi durante il soggiorno.

come risparmiare in riviera romagnola

DOVE SPENDERE POCO VICINO A RIMINI E RICCIONE

Le regine della Riviera Romagnola, Rimini e Riccione, sono certamente le più costose, in particolar modo nella zona centrale. Tutti gli hotel che si trovano tra viale Ceccarini e viale Dante a Riccione sono comodi al mare ma più cari, mentre a Rimini sono certamente più dispendosi quelli di Marina Centro.

Per fortuna intorno alle due principali città si trovano numerose località che possono risolvere il problema:

  • per chi vuole rimanere vicino a Rimini e al suo centro la scelta migliore è quella di Viserba e della sorellina Viserbella. Più spostata Torre Pedrera che dista un’oretta in bici.
  • tra Rimini e Riccone si trova Miramare e le sue spiagge, ottimo compromesso per chi non sa scegliere tra movida e tranquillità. Qui si raggiunge in bici, costeggiando la spiaggia, sia Rimini che Riccione in mezz’ora.
  • Riccione è costosa nella zona intorno a Viale Ceccarini ma oltre la ferrovia, entrando nel quartiere più residenziale, i prezzi si abbassano un pochino.

MISANO E CATTOLICA: SCELTA LOW COST

Scendendo oltre Riccione le cifre calano notevolmente, con una piccola eccezione per il centro di Cattolica.
Misano presenta buoni prezzi e le spiagge sono a buon mercato, un po’ meno Cattolica dove però si può risparmiare scegliendo uno stabilimento balneare oltre la Rotonda sul lungomare (venendo da nord).

COSA VEDERE INTORNO ALLA RIVIERA ROMAGNOLA OLTRE AL MARE E SE PIOVE

Abbiamo parlato fino adesso di mare, spiaggia e divertimento serale. Ma la Romagna offre tantissimi altri luoghi che possono completare la cornice di una magnifica vacanza estiva.

Visitare la città di Rimini è di sicuro il primo consiglio che sento di darvi. Anche sotto la pioggia essa offre splendide opportunità per conoscere l’arte italiana e per visitare luoghi densi di storia antica.
In particolare vi consiglio di non perdere il Ponte di Tiberio e camminare lungo le stradine del Borgo di San Giuliano, tanto amato da Fellini. E’ stato rimesso a nuovo da poco ed è una chicca degna delle casette colorate di Burano a Venezia. Inoltre la città presenta anche Castel Sismondo, l’Arco di Augusto e il Tempio Malatestiano, oltre a tutta una serie di antichi reperti romani che sono da conoscere. Dopotutto qui parte la Via Flaminia in direzione di Roma.

Ravenna, capitale bizantina, è ricca di mosaici preziosi che i turisti vengono a visitare da ogni parte del mondo. Una giornata in visita alla città è d’obbligo se soggiornate nei lidi vicini. Da non perdere la Basilica di San VItale, il Mausoleo di Teodorico, la Tomba di Dante e Piazza del Popolo. Proprio da quest’ultima, se camminate lungo via IV novembre e via Cairoli, avrete anche la possibilità di fare dello shopping sfrenato.

Il parco delle Saline di Cervia è da alcuni anni uno dei luoghi più apprezzati della Regione, con i suoi bellissimi panorami riflessi sull’acqua, i fenicotteri rosa e la possibilità di navigarle anche in barca.

I BORGHI ROMAGNOLI PIÙ BELLI

Oltre alle città non bisogna dimenticarsi dell’entroterra. La Romagna è ricca di splendidi borghi antichi, densi di tradizioni e leggende. Uno dei più carini da visitare è certamente Gradara, con il suo castello dove vissero i Paolo e Francesca Malatesta che Dante incontrò all’Inferno.

Castello dei Malatesta a Gradara

Vi consiglio anche una gita a Santarcangelo, vicino Rimini, dove sono visitabili anche antichi ipogei utilizzati nelle Guerre Mondiali. Molto bello è anche il borgo di Bagnacavallo vicino Ravenna, con i suoi balconi fioriti e degli abitanti davvero cordiali: qui si respira ancora l’atmosfera di un tempo.

DOVE ANDARE CON I BAMBINI: I PARCHI DIVERTIMENTO DELLA ROMAGNA

Chi ha dei bambini non riuscirà mai a vederli annoiati: la Romagna pensa a loro con ben 7 parchi divertimento (alcuni in realtà adatti ad ogni età).

parchi divertimento riviera romagnola
  • MIRABILANDIA: montagne russe, scivoli d’acqua, spettacoli di stuntman e molto altro ancora… Il sogno di grandi e piccini costa intorno ai 30 euro ma si può risparmiare comprando i biglietti online. E il secondo giorno si entra gratis!
    E’ vicino a Lido di Classe ed ha riaperto post Covid dal 20 giugno.
  • FIABILANDIA: un parco divertimenti per i bambini più piccoli con tanti giochi sicuri. Ha un costo intorno ai 20 euro ma il biglietto può essere abbinato a quello dello Zoo Safari di Ravenna.
    E’ vicino a Rimini nella località di Miramare.
  • SAFARI RAVENNA: uno degli ultimi arrivi a tema animali si può visitare con la propria auto o con delle macchinine elettriche. All’interno degli oltre 250.000 mq si trovano oltre 100 specie diverse tra le quali tigri, leoni, scimpanzé, giraffe e zebre. Sono tutti dentro ampi recinti dove possono muoversi liberamente: niente gabbie!
    Il parco è vicino Ravenna appena dopo Mirabilandia.
  • AQUAFAN: resiste ormai dagli anni ’90 il mitico parco acquatico che ospitò tra i dj anche Fiorello e Jovanotti. Qui ci si diverte tra musica e scivoli d’acqua di ogni tipo ed entrare costa intorno ai 30 euro (meno se acquistate online).
    E’ a Riccione sulle prime colline.
  • OLTREMARE: uno splendido parco che unisce animali di terra e mega acquari con le specie di mare. Qui si incontrano dai delfini ai wallaby australiani, oltre alle aquile ed altri rapaci.
    E’ a Riccione attaccato all’Aquafan.
  • ITALIA IN MINIATURA: un giro a piedi tra le meraviglie del nostro paese riprodotte in scala ridotta a misura di bambino. Un parco che è anche un’occasione di apprendimento e di scoperta a meno di 20 euro online.
    Si trova vicino a Rimini in località Viserba.
  • ACQUARIO DI CATTOLICA: oltre 100 vasche per ammirare gli abitanti del mare, insieme a rettili e pinguini.
    Si trova a Cattolica ed entrare costa poco più di 20 euro.

COSA FARE GRATIS IN RIVIERA ROMAGNOLA

Come abbiamo visto sopra ogni località ha le sue spiagge libere che sono accessibili senza pagare alcuna tariffa. Se non volete spendere per ombrellone e lettino ma al tempo stesso mangiare un buon spaghetto alle vongole in uno stabilimento balneare, sceglietene una vicina ad un bagno che vi piace.

Scegliere di visitare un borgo antico o una città è un’ottima occasione anche senza spendere un biglietto per entrare nei luoghi a pagamento.
A Ravenna è visitabile gratuitamente la Basilica di San Francesco con la Cripta allagata, davvero suggestiva.
Rimini ha una nuovissima e bellissima Darsena che di sera si tinge di rosso con i colori del tramonto, ma la maggior parte dei monumenti è visibile senza pagare alcun biglietto.

Molti sono gli eventi organizzati ogni anno per festeggiare l’estate, tutti in giro per le strade delle città e senza alcun costo d’entrata.
La più famosa è la Notte Rosa che coinvolge tutta la Riviera e che quest’anno si svolgerà il 3 e 4 luglio. Ma anche la Molo Street Parade a Rimini, con dj set internazionali, prevista per l’ultimo weekend di giugno. Il Festival degli Aquiloni di Cervia è spettacolare e tutto gratuito, ma purtroppo è già passato (tra il 25 aprile e il 1 maggio).

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

1 Comment

  1. Non l’ho mai presa in considerazione per le vacanze al mare, in primis per la distanza e poi perchè appunto sono zone affollate! Però non si può certo negare che la Riviera Romagnola faccia parte della storia italiana, per quanto riguarda appunto le ferie estive. Cioè, voglio dire, le spiagge di Rimini e Riccione, per fare un esempio, non sono proprio nate adesso… Da tanti anni a questa parte, non sono mai passate di moda! La costa romagnola è un punto fermo!

Write A Comment