Soggiorniamo a Belfast per ben tre notti.
Capitale dell’Irlanda del Nord dal 1920, anno della sua creazione, è una città molto recente e moderna.
La parte migliore è sicuramente quella lungo il River Lagan, il fiume che la attraversa, sul cui estuario è stato costruito un futuristico quartiere lavorativo e portuale: l’Odyssey ed il Titanic Quarter.

File_002(5)
Vista sul River Lagan e su grattacieli

DSC02738

                                   Il porto commerciale di Belfast

DSC02722

Una zona molto moderna ed ordinata, che ospita anche alcuni degli studi nei quali sono state girate scene del Trono di Spade e di altri film famosi.  Inoltre il Titanic Belfast, l’edificio che ospita il museo tematico sulla storia del Titanic che qui è stato costruito e varato nel 1912.
Il museo è in realtà una delusione… più che altro è una mostra tematica, adatta anche ai bambini, sulla costruzione e la partenza del famigerato transatlantico inabissatosi nelle gelide acque dell’oceano Atlantico portandosi con sè più di 1500 passeggeri.

DSC02735
Titanic Belfast, il museo
DSC02732
Statua che commemora la tragedia del 1912

DSC02731

Il centro di Belfast è ugualmente moderno, con molti negozi e centri commerciali. La sera è decisamente poco animato…. Bello in ogni caso l’effetto delle luci sul Belfast City Hall e lo stemma araldico con corona ed ippocampi riportante la frase latina Pro Tanto Quid Retribuamus, motto della città.  

DSC02751
Stemma sul cancello del City Hall
File_005
Belfast City Hall illuminato
DSC02745
Centro di Belfast
DSC02746
Poco via vai notturno

Non abbiamo amato molto Belfast mentre abbiamo preferito la zona intorno alla città. Girovagando con la macchina ci siamo avvicinati all’altra riva dell’estuario, nominata Holywood e località di residenza dei più benestanti della zona. Tantissime ville, che qui si chiamano lodge, con campi da calcio, da tennis e da basket; tanti club per il golf e la barca a vela; tanti anche i ristoranti, a caro prezzo, e con portate molto curate.

DSC02809
Zona di Holywood

La giornata purtroppo è pessima sia per temperatura che per la pioggia incessante, ma riusciamo comunque a visitarne una piccola parte e a fermarci ad ammirare il mare che guarda verso la Scozia. (Abbiamo anche avvistato una foca ma non siamo riusciti a fotografarla…). 

DSC02808

Finisce così il nostro viaggio on the road. Ci aspettano gli ultimi due giorni a Dublino e, per essere sinceri, non vediamo l’ora di rientrare nella patria irlandese!

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

3 Comments

  1. Ciao Giulia. .. anche io non vedevo l’ ora di rientrare in terra irlandese! L’Irlanda del Nord é un posto strano…e se devo essere sincera non mi ha entusiasmato! Belfast però mi ha incuriosito ma l’ ho visitata male…insomma un’ altra opportunità gliela darei…al resto non credo! A presto!

  2. Wow mandy these cards are just spectacular!!!! Oh how I wish I could make a card like this!!!!! The colors image and embellishments are outanstding!!!!! Love love your work!!!!!!

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi