//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

Bologna per questo Capodanno chiama a raccolta appassionati di mostre d’arte e di musei!

Ben 4 sono le rassegne che possono essere visitate a cavallo tra il 31 dicembre ed il 1 gennaio. Un bel modo per iniziare il nuovo anno, tra cultura, arte e cinematografia.

Eccovi l’elenco dei 4 Musei aperti a Capodanno e delle relative esposizioni più importanti:

mostre kahlo

Non solo opere della famosa artista messicana ma un’intera collezione, denominata Gelman, comprendente opere fotografiche, gioielli, litografie, disegni… Tutte opere di famosi artisti messicani, tra i quali spicca Diego Rivera, tormentoso amore della grande Frida. Completano la rassegna abiti firmati da famosi stilisti come Marras, Ferrè e Valentino, ispirati a questo stile sud americano.

La mostra è allestita a Palazzo Albergati – via Saragozza 28 a Bologna.
Orario:  10.00 – 20.00
Aperture straordinarie: 31 gennaio (10.00 – 17.00) – 1 gennaio (10.00 – 20.00).
Biglietti acquistabili per 15,50 €  —> QUI

mostre dali

Una delle collezioni più ricche sul genio dell’arte surrealista . Tra sculture, pezzi in vetro e grafiche bidimensionali, la mostra si propone di invitare i visitatori ad entrare nella mente poliedrica dell’artista. Attraverso un percorso interattivo e multimediale sarà infatti possibile capire, o almeno cercare di farlo, la complessa immaginazione e creatività di Salvador Dalì.

La mostra è allestita a Palazzo Belloni – via de’ Gombruti 13 , angolo via Barberia a Bologna.
Orario: 10.00 – 20.00 giorni feriali e domenica (escluso lunedì)
10.00 – 23.00 venerdì e sabato
Aperture straordinarie: 31 dicembre (10.00 – 18.00) – 1 gennaio (16.00 – 20.00)
Biglietti acquistabili per 15,40 € con scelta di orario d’entrata —> QUI

mostre lumiere

Il cinematografo francese sbarca a Bologna e viene esposto nel sotto passo di Via Rizzoli, utilizzato fino agli anni ’90 e poi chiuso per problemi di degrado cittadino. Una rassegna che racconta la nascita del cinema di pari passo con la storia della famiglia che fondò l’industria della cinematografia. Promossa dall’Institut Lumière, per la prima volta fuori dalla Francia, contiene pezzi di inestimabile valore per gli appassionati. Dalla prima lastra fotografica al primo esempio di fotografia a colori, arrivando sino alla recente proiezione in 3D.

La mostra si trova nel sotto passo di fronte a Palazzo Re Enzo, tra via Rizzoli e Piazza Maggiore (Bologna).
Orario: 9.00 – 19.00 dal lunedì al sabato
10.00 – 17.00 domenica
Aperture straordinarie: 31 dicembre (10.00 – 17.00) – 1 gennaio (10.00 – 17.00)
Biglietti acquistabili presso la sede di Bologna Welcome (Piazza Maggiore 1/e), nei giorni festivi nel bookshop sotto il voltone di Palazzo re Enzo.

mostre corto maltese

Il leggendario marinaio di Malta compie 50 anni e Bologna lo celebra con una approfondita mostra sulla sua storia e le tavole che l’hanno raccontato. Non solo la storia di Corto ma anche gli altri personaggi di Pratt, che rimandano a grandi letterati come Yeats, Jack London e Conrad. Un percorso alla scoperta del giramondo Hugo Pratt, amante del mare e delle avventure, delle donne belle ma pericolose e della contrapposizione tra immaginazione e realtà.

La mostra avrà luogo a Palazzo Pepoli, in via Castiglione 8 a Bologna.
Orario: 10.00 – 19.00 giorni feriali (escluso il lunedì) e domenica.
10.00 – 20.00 sabato
Aperture straordinarie: 31 dicembre (10.00 – 16.00) – 1 gennaio (10.00 – 19.00)
Biglietti acquistabili per 11,00 € —> QUI

Avevate già sentito parlare di queste mostre? Ve ne interessa qualcuna?
Noi sicuramente vogliamo visitare quella di Dalì, che da sempre è uno dei miei artisti preferiti, ma anche le altre sembrano davvero interessanti.
Fateci sapere cosa ne pensate!

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

Rispondi