Perchè dico che è la più bella? … è un mio parere, ovvio…. ma insomma è anche un dato di fatto!
Provate a digitare (anzi gogglare si dice adesso) “GRECIA” nei motori di ricerca… qual’è la prima immagine che vi viene fuori? Questa…

DSC00874

E questa è Santorini.

Partiamo dal fatto che Santorini è un’isola vulcanica. Già dalla forma si può vedere che quella che oggi noi calpestiamo altro non è che la parte restante di un’isola, di forma più o meno rotonda, sventrata da quella che si dice la più potente eruzione vulcanica di sempre, accaduta intorno al 1627 a.c. Molti affermano che in realtà Santorini sia la leggendaria Atlantide…
santorini-mappa
Vi dico tutto questo non per volermi elevare al Piero Angela della situazione, ma per farvi capire che la conformazione naturale di quest’isola è molto differente rispetto a quella di molte altre in Grecia.
Punto uno, la sabbia, che non è bianca come a Mikonos ma nera (ovviamente di origine vulcanica).
DSC00988
Spiaggia di Kamari 
DSC00686
Sassi neri vulcanici
Punto due, le scogliere, alte decine e decine di metri che si buttano a picco sul centro della Caldera (la parte sommersa dall’acqua dopo l’eruzione) e che caratterizzano i panorami di questa stupenda località
DSC00877
Strapiombo sul mare di Oia 
DSC00543
Scale verso il porto a Fira
DSC00960
Vista di Fira da Oia
Chi sceglie Santorini non può farlo solo per farsi una vacanza di mare. Chi sceglie Santorini deve essere pronto a girare e rigirare per le stradine mezze sterrate, camminare a piedi per i paesini diroccati con milioni di gradini e arrampicarsi su per i promontori che svelano poi i panorami mozzafiato.
DSC00808
Gradinate bianche a Oia

Primo punto per osservarli è Fira, o Thira, la capitale.

Carinissima cittadina tutta “vestita di bianco” che si butta a capofitto sul mare e sulle grandi navi da crociera che trovate sempre attraccate di fronte. Vi giuro la sensazione di altezza aumenta guardando quanto piccoli diventano da lassù quei giganti del mare…
DSC00437
Una delle mille terrazze di Fira
DSC00491
Vista di Fira dall’alto
Si mangia sulle terrazze costruite a capofitto sul mare, si beve un aperitivo di sera nei bar che si ergono sempre più in alto sopra le già alte costruzioni.
Punto fermo dell’isola sono salite e gradini. Quelli non mancano! Siamo voluti salire fino in cima al promontorio più alto di Fira e tra un pò perdevamo un polmone… però che vista!!
DSC00549
Vista da un bar di Fira
 In alternativa si può scegliere di percorrere tutta la scalinata che scende al porto (in discesa tutti i santi aiutano) poi si risale con una funicolare così da evitare sforzi eccessivi sotto il sole. Il porto in realtà è più un mini pontile asfaltato, usato per far sbarcare gli ospiti delle navi da crociera.
 Lungo la scalinata trovate i famosi asinelli, che sono usati anche per portare le persone in cima… (ecco essendo io un’animalista mi danno un pò fastidio ‘ste cose… preferite la funicolare!!!!)
DSC00521
Porto turistico sotto Fira
DSC00500
Gli asinelli sulle gradinate verso il porto

Secondo punto di osservazione è Oia, o Ia.
Allora… qui non posso non aprire una parentesi grande quanto una casa…
Oia è IL posto da visitare a Santorini. Oia è LO SPLENDORE di Santorini.
Oia è il posto dove veramente capisci la differenza tra questa isola e le altre della Grecia.

DSC00843
Oia
DSC00824
Strapiombo di Oia

Qui bisogna darsi appuntamento col tramonto tutte le sante sere, per vedere questo spettacolo della natura ed anche per la pace che ti trasmette quella grandiosa vista sul mare blu. Sono un po’ insistente? Lo so… ma fidatevi, ogni sera il tramonto è diverso e visto uno non potrete fare a meno di vedere anche il secondo ed il terzo…
Non è quello a cui siamo abituati…. qui il sole  “si tuffa nel mare!”.

DSC00366

DSC00370

DSC00347

Uno spettacolo mozzafiato… non ho altre parole con cui descriverlo…

Potete decidere di vederlo abbarbicati su una scogliera o mentre bevete un mojito in un bar… basta che la testa sia sempre girata verso il sole e lo spettacolo è assicurato! Gustatevelo, non fotografatelo e basta!

DSC00379

DSC00904
Tramonto da un ristorante con terrazza

DSC00891

DSC00878
Persone arrampicate sulle rocce per godersi lo spettacolo
DSC00898
Persone arrampicate sulle rocce per godersi lo spettacolo

Spostandosi a piedi verso l’interno potrete ammirare il panorama più famoso del mondo, se possiamo chiamarlo così.
Quello di cui parlavo prima, quello che compare alla ricerca google di “grecia” … quello che trovate anche nelle copertine dei cataloghi delle agenzie di viaggio.
Non ci sono mulini di Mikonos che tengano… Santorini e la sua chiesetta col tetto blu sono più famose!

DSC00884
I mitici tetti blu di Santorini
Anche qui ristoranti e bar a cielo aperto o a strapiombo sul mare si accavallano l’uno all’altro.
Alcuni hanno delle terrazze talmente meravigliose che alcuni le scelgono come location per il loro matrimonio!!
DSC00443
Vista della Caldera da Fira
DSC00816
Matrimonio con panorama
Cercherò ora di darvi qualche dritta tecnica di viaggio.
Partiamo con il QUANDO.
Bè, a parte il fatto che ovviamente la possibilità di decidere non ce l’abbiamo tutte e che più spesso dobbiamo scendere a compromessi con colleghi e datori di lavoro… sicuramente il periodo più bello in Grecia è la prima parte dell’estate. A cavallo tra giugno e luglio il clima è di sicuro fantastico, con il venticello che mitiga le alte temperature e fa vivere meglio il giorno in spiaggia.
In agosto la situazione si ribalta. C’è più caos, l’isola è praticamente invasa dagli italiani, oltre che dagli immancabili cinesi / giapponesi con le loro macchine fotografiche, ed il caldo si sente da matti. Se pensate anche che la sabbia è nera, potete capire che alla fine vi ritroverete a restare più tempo all’ombra che al sole. E se volete abbronzarvi un po’ l’unico modo è stare in acqua (che poi così rischiate l’ustione…insomma è un po’ il cane che si morde la coda…).
Ovvio con più gente triplicano le serate nei locali, il divertimento in spiaggia ma, rovescio della medaglia, i prezzi diventano un po’ più alti, soprattutto per gli acquisti…
Consiglio: pare che passato ferragosto loro ritengano la stagione già finita. Quindi gran sconti nei negozi !!!
DSC00458
Le vie dello shopping a Fira
Non avrete problemi se amate vestiti e gioielli. I negozietti che si inerpicano sulle strade a gradoni e nei vicoletti della capitale ne sono pieni. Imbarazzo della scelta tra oggetti fatti a mano, decorazioni per la casa e vestiti con stampe colorate, e tantissimi posticini dove producono sandali in cuoio, il vero must dell’isola.
DSC00459
Oggettistica tipica
Continuiamo con il DOVE.
Santorini è appunto un’isola a forma di mezzaluna… sulla destra trovate tutta la parte di bassa altitudine, quindi la parte delle spiagge.
Decidere di prendere l’albergo in questa posizione è sicuramente la scelta migliore per chi vuole godersi il mare durante la giornata, pranzare nei localini lungo la spiaggia e fare una vacanza più “active”.
Purtroppo la zona di Kamari finisce proprio dove inizia la pista del’aeroporto. Anche dalla spiaggia si vedono atterrare gli aerei. Noi abbiamo sempre scelto di stare qui per la posizione strategica ma, ovvio, non posso dirvi che gli aerei non si sentano…
Se scegliete un albergo nella parte più a sud è sicuro meglio.
Questa volta, essendo arrivati lunghi coi tempi, era rimasto posto in un’hotel che praticamente aveva la vista sulla pista. Capirete che non è stata una gran fortuna, però in realtà ci siamo abituati abbastanza in fretta.
DSC00593
Un hotel leggermente rumoroso….
Dormire a Thira è invece la scelta migliore per chi non è convinto di voler fare molto mare, o comunque per chi è abituato a svegliarsi presto per provare le varie spiagge e calette. Ovviamente qui siete più comodi ai locali notturni, ai negozi di alimentari ed ai ristoranti meno spartani. In più potete trovare più facilmente appartamenti in affitto invece che alberghi o villaggi turistici.
Oia è invece la scelta più romantica e d’effetto. Ci sono hotel fantastici a 5 stelle con piscine a sfioro e terrazze a sfioro sullo strapiombo. Ovviamente i prezzi salgono di un bel po’, non è comodissimo girare perché sono tutte stradine in salita/discesa con molti gradini e le persone tendono più a stare nelle piscine rispetto che vivere la spiaggia, visto che è indubbiamente abbastanza lontana.
DSC00822
Hotel con piscina a Oia
Finiamo con il COME.
Come stare a Santorini è una scelta personale. A mio parere è necessario un mezzo per spostarsi.
I mezzi pubblici ci sono ma non ho idea degli orari e dei collegamenti…
La scelta migliore, che la maggior parte delle persone segue, sono le due o le quattro ruote. Con questo intendo motorino e quad. La macchina la sconsiglio vivamente, troppo traffico in entrata a Fira, pochissimi parcheggi e viste le alte temperature rischiate nel passaggio aria condizionata-temperatura esterna.

DSC00755

Con il motorino o il quad vi godrete invece tutti i panorami. Io non amo affatto le due ruote ed inoltre anche quest’isola, come poi tutta la Grecia, non eccelle in qualità dell’asfalto. Se siete come me scegliete il quad! Sarete più tranquilli ma non perderete in comodità.
Se avete la patente A potete prendere anche il 250/300 di cilindrata, che almeno spinge un po’ di più nelle numerose salite, ma tranquilli che anche col 50ino vi divertirete e arriverete tranquillamente dappertutto.
Costi… Noi abbiamo pagato nella settimana di ferragosto circa 250/300 euro per un 300 di cilindrata. Il motorino costa meno ma, fidatevi, non è così sicuro… Scelta personale in ogni caso.
Consiglio fondamentale: appena arrivati sull’isola andate subito a cercare il vostro mezzo, soprattutto se arrivate intorno alla metà di agosto. I noleggi vanno a settimane quindi è probabile che quello che vi daranno è un mezzo che altri avevano appena riportato….
Non lasciatevi abbindolare dalle agenzie che vi consigliano di prenotarlo dall’Italia. Di solito sono convenzionate con i più cari, i più lontani dal vostro hotel e i meno gentili… Parlo per esperienza: la prima volta su quest’isola abbiamo cambiato 3 motorini in una settimana e poi abbiamo pagato la differenza perchè ci dessero un quad funzionante… vedete un po’ voi… Questa volta non ci siamo lasciati fregare ed è andato tutto liscio.
Altre informazioni…
Il volo.
Purtroppo noi non abbiamo trovato alternative più convenienti a quella dell’agenzia. Su Santorini, da Bologna o aeroporti vicini, non c’erano voli diretti se non charter, non so dirvi da Roma o Milano. Abbiamo visto atterrare (dalla camera dell’hotel…ebbene si…) molti voli dell’ Aegean Airlines, ma presumo fossero più che altro voli interni.L’hotel.
Su Booking ci sono un sacco di alberghi.. ma alla fine se finite in agenzia per il volo conviene anche fare il pacchetto con l’hotel. Vi vengono a prendere e vi riportano all’aeroporto e almeno avete tutte le assicurazioni del tour operator.Con questo direi di aver veramente detto tutto l’indispensabile… tanto altro ci sarebbe da dire, ma è bello anche scoprirlo direttamente sull’isola.
Nel prossimo post vi parlerò delle spiagge più belle e del cibo tipico di questa coloratissima isola.
Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

1 Comment

Rispondi