//cdn.iubenda.com/cookie_solution/safemode/iubenda_cs.js

Parigi è sempre una buona idea!
Questo dice Nicolas Barreau nel suo libro, omonimo, che ci porta a spasso per le vie alberate della Ville Lumière. Questo è quello che credo anche io quando mi capita di pensare alle bellezze della Capitale francese.

Parigi è un luogo magico che ti richiama a se ogni volta che hai bisogno di portare un po’ di favola nella tua vita. E’ una sicurezza perché sotto ai suoi tetti spioventi trovi sempre un posticino nuovo da esplorare, un sentiero da percorrere alla scoperta di un suo angolo nascosto, un motivo per ritornare.

PARIGI, MA BELLE

Sarò stata a Parigi almeno otto o nove volte nella mia vita. Ognuna di esse mi ha regalato qualcosa di diverso, mi ha dato modo di apprezzarla sotto svariati punti di vista e ha aumentato l’amore che provo per lei.

L’ho vista sotto la fredda neve di gennaio, con i tetti imbiancati e le panchine sulla Senna così fredde da non avere nemmeno un piccione posato.
L’ho amata nella calda stagione estiva, in giro per il quartiere di Saint German de Près, uno dei più colorati e pazzeschi di tutta la città.
Ho avuto anche la sfortuna di vederla ferita, umiliata e piangente dopo gli attentati del novembre 2015. Un silenzio, angoscioso, che non dimenticherò mai.

Tour Eiffel, Pont Neuf, Louvre, Moulin Rouge e Notre Dame. Bellissimi luoghi raggiungibili a solo mezz’ora dall’aeroporto. Per farlo vi consiglio di utilizzare un Taxi a Parigi, uno dei modi migliori per visitarla e gustarne ogni strada. .
Tappe irrinunciabili ma estremamente turistiche… cosa devo ancora scoprire in questa città?

 

PARIGI, LA MIA BUCKET LIST:
OVVERO I 10 POSTI CHE DEVO ANCORA VEDERE

  1. CIMITERO PERE LACHAISE
    Pixabay

    Situato vicino a Place de la Nation, questo cimitero ospita tombe di persone celebri oltre che di svariati artisti, anche minori. Ogni anno è visitato da più di 3 milioni di turisti, attirati dalla particolarità delle sue lapidi e degli epitaffi scritti su esse.
    Tante volte ho sperato di poterci andare ma la lontananza dal centro ha sempre fatto si che la visita fosse rimandata. Qui vorrei visitare le tombe di famosissimi artisti del passato come Jim Morrison, Edith Piaf e Oscar Wilde ma anche della Callas, di Molière e di Chopin.

  2. BOIS DE BOULOGNE

    Uno dei due polmoni verdi più grandi di Parigi si trova ad est, a pochi km dalla Tour Eiffel. Molto famoso e frequentato ma anch’esso fuori mano rispetto al centro.
    Mi piacerebbe tantissimo vedere la collezione di rose del Parc de Bagatelle, usare le barchette sul suo lago interno e visitare le serre d’Auteil.

  3. VERSAILLES

    Non sono mai stata a Versailles. E so di essermi persa tantissimo, quindi vorrei rimediare al più presto.
    Trovandosi a parecchi km da Parigi è sicuramente un tour a cui dedicare una intera giornata, a spasso tra i giardini del Trianon e le sale dorate del palazzo più ricco di Francia.

  4. LES CATACOMBS

    Le ho scoperte da poco ma solo alcune foto mi hanno attirato subito. Un ossario che custodisce i resti di tutti coloro che erano custoditi nei cimiteri della città fino al 1814. La ragione di traslare le ossa in questi luoghi posti sotto terra fu quella di limitare la diffusione delle malattie che provenivano dagli ormai stipati cimiteri.
    Trovo che sia una visita interessante, nonostante l’apparenza lugubre.

  5. RUE IRENEE BLANC – LA CAMPAGNE A PARIS

    Un luogo fuori dal tempo, che ti catapulta in un’ambientazione più simile ad un villaggio di provincia che alla Parigi metropolitana. Ed invece è proprio alle porte della città, nella zona di Porte Bagnolet. Un quartiere di per se’ poco interessante ma con questa chicca che non vorrei proprio perdermi!

  6. LA CASA DI MONET

    Come Versailles anche questo luogo si trova fuori Parigi, a circa un’ora e mezza di strada, nel paesino natale dell’artista: Giverny. I suoi giardini sono mantenuti come all’epoca per mostrare dal vivo il ponte e le ninfee che hanno ispirato Monet nei suoi famosissimi quadri impressionisti. Sapete che proprio quel ponte fu oggetto di svariati suoi dipinti, man mano sempre meno dettagliati per via della cecità che avanzava?

  7. I PICCIONI VIAGGIATORI DI MONT-VALERIEN

    A fianco del Memoriale sulla Francia combattente sul monte Valerien, a est del centro di Parigi, esiste ancora oggi una colombaia che ospita più di 200 piccioni viaggiatori. Sono i discendenti di quelli utilizzati durante l’antichità soprattutto per fini militari, in quanto essi ritrovavano sempre la strada di casa e dunque è impossibile intercettarli.
    Anche questi fanno esercitazioni e sono capaci di volare per centinaia di km.

  8. LA BANCA DELLA BELLE EPOQUE

    Esiste una Banca, oggi occupata dalla Sociètè Gènerale, che ricalca il meraviglioso stile de Les Galeries LaFayettes. In pieno stile Belle Epoque ha una cupola tutta decorata a vetri di 23 metri di altezza, dei pavimenti in mosaico e una bellissima porta di cassaforte in acciaio, argento e oro. Si trova tra Operà Garnier e Boulevard Haussman ma in pochi ne conoscono la bellezza.

  9. IL MUSEO DELLE DROGHE E DELLE POZIONI

    All’interno della facoltà di Farmacia nel 6° arr. si trova un museo particolarissimo dedicato a tutte le preparazioni che venivano fatte dai droghieri e apotecari del passato. Una vera e propria collezione che contiene anche un campione del primo tipo di Viagra, usato anche dal libertino Marchese de Sade. Non vi stimola una curiosità pazzesca? A me tantissimo!

  10. EGLISE SAINT SUPLICE

    Ammetto che l’interesse è nato dopo aver letto il romanzo di Dan Brown, dove Saint Suplice viene citata come luogo cristiano situato sopra un vecchio tempio pagano. La meridiana interna viene associata alla linea della Rosa, che riporterebbe alla direzione della chiesa dove sono custoditi i resti della Maria Maddalena. Tutte fandonie? Non lo so… ma sicuramente i suoi misteri mi attirano molto.

E voi avete mai visto questi luoghi? Sarei felicissima di avere dei consigli da chi c’è già stato!

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

4 Comments

    • Giulia Finelli Reply

      L’ho trovato non so dove e dev’essere stupendoooo!!
      Felice di avervi dato una dritta anche a voi!

  1. Io non sono ancora stato a Parigi, quindi ancora devo vedere le cose tanto turistiche. A me piace anche uscire dai soliti percorsi, quindi trovo questa lista davvero interessante

    • Giulia Finelli Reply

      Hai ragione, infatti credo che Parigi valga molto di più nei suoi luoghi nascosti che sotto la Tour Eiffel. C’è chi pensa sia irrinunciabile… per me invece è un po’ il contrario…anche se devo ammettere che ha un gran fascino!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: