Come ogni anno la Lonely Planet esce con le mete consigliate per l’anno che verrà. Una compilation di viaggi, scelti dagli esperti, perfetti per il nuovo anno e soprattutto di grande tendenza. Noi? Ebbene si, anche quest’anno qualche cosa della lista la spunteremo…

Il libro di viaggio più desiderato daI viaggiatori di tutto il mondo si può acquistare per meno di 15 € su Amazon ed è inutile dire che può essere il regalo perfetto per chi non vede l’ora di salire su un aereo.
Ogni sezione (regioni, città e paesi) contiene suggerimenti di viaggio che fanno venire l’acquolina in bocca.
Vediamone insieme alcuni… tra questi si trovano anche delle nostre mete per il 2019!!

TOP REGIONI 2019 PER LONELY PLANET

AL N° 5 CI SONO LE HIGHLANDS!

Lo sapete, sono da poco tornata da questo luogo magnifico e pieno di paesaggi mozzafiato. E sebbene la mia carenza di Vitamina D mi chieda quest’anno di prendere un po’ di sole, a voi consiglio di passare la prossima estate tra le brughiere infinite delle fredde terre di Scozia.
Perché l’emozione che si può provare nel nulla delle Highlands non è sicuramente paragonabile a nessuna spiaggia assolata. E lo dico io che il mare lo amo alla follia.

Highlands

HIGHLANDS: QUANDO ANDARE

La Scozia è perfetta in ogni stagione, perché a discapito di quel che si possa pensare, il clima non muta più di tanto durante l’autunno e la primavera. Potrei sconsigliarvi l’inverno per le temperature più rigide e i venti sferzanti nella zona delle isole del Nord (Orcadi e Shetland) ma nella zona di Glencoe questo è il momento perfetto per sciare. In estate la luce del giorno dura davvero molto, arrivando in alcune zone sino alla mezzanotte (come nella cittadina di Dundee).

HIGHLANDS: COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Girare per le Highlands significa perdersi tra le stradine che sembrano tuffarsi nell’infinito all’orizzonte. Migliaia di km senza anima viva e nessun insediamento urbano. Girare per questi luoghi in auto e avventurarsi a piedi per qualche percorso di trekking rimane nel cuore per sempre.
Imperdibile passare almeno 2 giorni nell’isola di Skye (cosa che noi non abbiamo fatto purtroppo) per godere di ogni suo scorcio e riuscire ad andare alle Fairy Pools.
La Scozia è uno dei territori meno abitati d’Europa ma nonostante questo il consumo di whiskey è notevolmente elevato. Visitare almeno una delle distillerie, 20 ne sono state aperte soltanto quest’anno, è un ottimo modo per entrare nell’atmosfera del luogo.

TOP PAESI 2019 PER LONELY PLANET

AL N° 6 SI VOLA IN GIORDANIA

Se per compiere il Jordan Trail da Nord a Sud a piedi servirebbero 40 giorni (la Lonely Planet dice 42 con le soste), per conoscere questa meta, dedicata ai viaggiatori avventurosi, basta una settimana. Da pochi mesi l’Italia è collegata con voli frequenti alla volta di Amman la capitale, denominata la città bianca.
Giorgia sta per spuntare un’altra delle sue mete della Bucket List: volare alla volta di Petra!

petra

GIORDANIA: QUANDO ANDARE

Anche la Giordania non è una meta proibitive in nessun mese dell’anno, ma le stagioni consigliate sono sicuramente autunno e primavera. L’estate non è torrida nelle città quanto più nei territori vicini al deserto. L’inverno presenta temperature rigide prevalentemente nella zona dell’altopiano.

GIORDANIA: COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

In cima alla lista di chiunque si rechi in Giordania c’è sicuramente Petra, la città scolpita nella roccia rosata del deserto. Di notte è resa ancor più affascinante dall’accensione delle lanterne di fuoco di fronte ai suoi magnifici portali.
Amman non è solo un luogo di arrivo per i voli internazionali ma anche una splendida città interamente costruita nella locale pietra bianca che le garantisce il colore candido. Archeologicamente ha più resti romani che arabi e questo la rende molto particolare.
Ultimo ma non ultimo il bagno nel Mar Morto, il punto più basso al mondo. L’estrema salinità delle sue acque lo rende ottimo per cure terapeutiche ma soprattutto rende stranissimo fare il bagno… Giorgia non vede l’ora di provare a galleggiare senza fatica!

AL 7° POSTO TROVIAMO L’INDONESIA

Uno dei luoghi più misteriosi della terra, incontaminati e ricchi di bellezze naturali è certamente l’Indonesia. Giorgia l’ha visitata alcuni anni fa, passando sia per l’Isola di Giava con Giacarta, la meravigliosa Yogyakarta con i templi di Borobudur e Prambanan, che per la spettacolare Bali. Il perché non ne abbia ancora parlato sul blog è… solo questione di tempo… ma assicura che l’esperienza è stata indimenticabile!!

indonesia

INDONESIA: QUANDO ANDARE

Nonostante si trovi in una delle zone più colpite da eventi piovosi le isole della maggior parte dell’Indonesia sono raramente colpite da cicloni. Ma il clima secco migliore è durante la nostra estate perché nei mesi invernali la probabilità di pioggia si alza sempre molto.
Ultimamente alcune di queste isole, una delle più colpite Lombok, sono state sconvolte da violenti terremoti, ma la maggior parte di queste sono ancora sicure e consigliate ai turisti. E’ sufficiente informarsi su ViaggiareSicuri prima di decidere di prenotare.

Citando la Lonely Planet : “Il momento ideale per visitarlo è adesso, prima che tutti i suoi segreti vengano svelati”.

INDONESIA: COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Bali è di certo la meta turistica più battuta e amata dell’Indonesia. Nonostante il caos che la contraddistingue il suo mare e la sua natura incontaminata sono davvero da vedere. Lombok è un’isola più selvaggia e le Gili, amatissime da Giorgia, sono uno dei paradisi più incontaminati tra le 14.000 isole della regione. E vicino c’è l’isola di Komodo con i famosi dragoni… come perdersi una crociera alla ricerca di questi varani unici al mondo?

TOP CITTA’ 2019 PER LONELY PLANET

AL 5° POSTO IL NEPAL CON KATHMANDU

Eccolo il viaggio forse più importante e mistico del 2019 di Giorgia. L’alta probabilità di partire verso una delle regioni più alte al mondo la sta cambiando anche nella quotidianità… Campane tibetane prima di addormentarsi, libri di chi ha già viaggiato in Nepal e preparazione atletica ad un viaggio impegnativo sono solo alcuni degli indizi che fanno capire quanto grande sia la sua voglia di scoprire il paese.

nepal
@Pixabay
NEPAL: QUANDO ANDARE

La stagione dei monsoni corrisponde con la nostra estate e i mesi di Luglio e Agosto sono i meno consigliati per visitare il paese. Il periodo subito successivo, ottobre e novembre, è il migliore non solo per il clima più secco ma anche per l’ampia visibilità. La primavera invece potrebbe avere qualche problema di nebbie e l’inverno è sconsigliato per le freddissime temperature notturne, soprattutto vista la scarsa presenza di caloriferi anche negli alberghi della capitale.

NEPAL: COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Un viaggio in Nepal è di certo un’esperienza da valutare con attenzione. Il paese offre pochissime comodità, si sta riprendendo ora dal terribile terremoto del 2015 e, dato l’embargo con l’India, anche i rifornimenti sono a volte scarsi. Nonostante tutto è uno dei luoghi più incontaminati dal turismo di massa del mondo, i siti storici si stanno riprendendo e la popolazione capisce l’importanza del turismo per risollevarsi. La Lonely Planet afferma che oggi la capitale è persino meno trafficata e densa di smog di dieci anni fa. Inoltre la misticità aleggia nell’aria.
Kathmandu è da girare in lungo e in largo, tra templi e santuari. Pokhara con il Lago Phewa, la vista sull’Annapurna, le cascate di Davis Falls e la zona ai piedi dell’Everest completano la magia.

AL 1° POSTO MEDAGLIA D’ORO A COPENAGHEN

Una delle città che ho più amato in Europa è stata sicuramente Copenaghen. Estremamente giovane, libera e dalla mentalità più che aperta. Un connubio che già nel 2000 mi aveva conquistata. Ci tornerei volentieri, anche se i prezzi sono rimasti sempre sulla fascia medio alta… almeno oggi è possibile prendere sicuramente un bel volo diretto senza scali.
Come racconta la Lonely Planet, una nuova metropolitana, lo sviluppo dello street food e dei mercati gastronomici, la rendono interessantissima.

COPENAGHEN: QUANDO ANDARE

Essendo al nord il momento ideale è certamente l’estate. Le ore di luce sono di più e si arriva almeno ai 20 gradi che permettono di passeggiare volentieri per le sue strade e fare un giro per i pittoreschi canali. Probabile trovare la pioggia, in estate come in qualunque altra parte dell’anno.

COPENAGHEN: COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

I palazzi reali, quello di Rosenborg e la Sirenetta si trovano su ogni guida turistica… ma la vera spettacolarità di Copenaghen si trova nel Nyhavn, il canale principale, durante le fresche serate d’estate in compagnia di una buona birra Carlsberg e di un trancio di salmone. Un giro al Tivoli e a Christiania è d’obbligo, così come un tour della fabbrica della più importante birra del paese (la Carlsberg appunto). Da qualche anno anche gli eventi gastronomici paiono imperdibili, quindi occhio alle date e non perdete i mercati itineranti di street food.

Avete già letto le nuove idee di viaggio di Lonely Planet? C’è qualcosa che vi ispira più di tutto?? Siamo curiosissime di sapere se tra quelle esposte c’è una qualche vostra prossima meta per il 2019!!

Author

Ho studiato legge ma ho preferito seguire la mia creatività lavorando nella grafica pubblicitaria. Sono gattara da tutta la vita e amo il mare in tutte le sue forme. Dopotutto sono un segno d'acqua e da sempre combatto tra il desiderio di scoprire il mondo e il bisogno di stabilità. Mete preferite? Gli Stati Uniti e il Nord Europa. Rigorosamente on the road.

Cosa ne pensi del nostro articolo?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: